Home / Cultura / Cultura Popolare / Uno sguardo in versi sull’Altosannio: Pescocostanzo

Uno sguardo in versi sull’Altosannio: Pescocostanzo

Tanka [1] di Marisa Gallo

Pescocostanzo

Pescocostanzo
un delizioso borgo
dell’Aquilano.
Strade e balconi in fiore
e fresca gioventù…

Il vecchio borgo,
dopo un sisma terribile
nel tempo antico,
da maestri lombardi
ricostruito ad arte.

Che ben fu appresa…
Chiese, case, palazzi,
con  segni storici
culturali e visibili:
legno, ferro, merletti…

Il borgo oggi
gli amanti di montagna
accoglie lieto,
nei fitti boschi ombrosi,
o nei campi di sci.

Sua gran fortuna
son le fresche delizie.
Pescocostanzo,
di turismo o vacanza
sempre luogo ideale.


[1] Tanka, in giapponese, “poesia breve”) è un componimento poetico d’origine giapponese di 31 morae. Nato nel V secolo d.C., grazie alla sua versatilità e alla pratica ininterrotta, non ha subito variazioni nel corso dei sedici secoli della sua storia.

Editing: Enzo C. Delli Quadri
Copyright: Altosannio Magazine

 

About Marisa Gallo

Marisa Gallo, molisana di Montefalcone nel Sannio, insegnante, amante e cultrice della Poesia, più per hobby che per professione, impegnata a restare al passo dei tempi, ma con animo caldo, non sclerotizzato dai media aggressivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.