Home / Cronaca / Attualità / Tumbr fest a Sant’Angelo del Pesco (IS): Lo sposalizio.

Tumbr fest a Sant’Angelo del Pesco (IS): Lo sposalizio.

di Giuseppe Nucci

Il Tomolo
Il Tomolo

Tumbr fest prende il nome dall’antica unità di misura utilizzata durante il regno delle due Sicilie e messa fuori corso nel 1861, a seguito dell’unità d’Italia. Il tomolo, a cui tutti gli anziani si riferiscono quando si parla della terra, è quello da cui, per un’intera civiltà, tutto discende. Che ci vogliate credere o no, nei paesi come i nostri ha resisto per oltre 150 anni e ad oggi è ciò che racchiude il nostro passato.

Il festival nasce con l’intento di riportare a galla antiche usanze per preservarle dall’oblio a cui sono destinate. Usi, costumi e tradizioni ormai quasi del tutto perduti.

Lo sposalizio: la sposa
La sposa, presso l’Eremo di San Luca in territorio di Sant’Angelo del Pesco

Sant’Angelo del Pesco (IS) è un piccolo paese dell’alto Molise situato a 805 m s.l.m. Essendo situato lungo la Linea Gustav durante la seconda guerra mondiale il centro abitato è stato raso al suolo dai bombardamenti, ad eccezione di pochissimi edifici, e successivamente ricostruito. Nei pressi di una piazzetta vicino uno di questi edifici si svolgerà il festival.

Sant'Angelo del Pesco in inverno
Sant’Angelo del Pesco in inverno
Sant'angelo del Pesco in estate
Sant’angelo del Pesco in estate

Il programma della manifestazione è ricco e dettagliato. Cultura, musica, esposizioni, cibo della tradizione la faranno da padrone.

Il tema di quest’anno è lo sposalizio a 360 gradi. La dote, gli abiti d’epoca (dal 1920 ad oggi), l’apparata (una scenetta interpretata dagli amici incentrata sul lavoro dello sposo), la serenata, il pranzo dello sposalizio.

Lo sposalizio - La dote
Lo sposalizio – La dote

Di seguito il programma dettagliato:

Sabato 27 Agosto – Parte alta via Pisanelli.

Ore 16:30 –  Apertura del festival alla presenza dello storico molisano  Franco Valente, Antonio Scasserra esperto di costumi e ed oreficeria popolare molisana e del giornalista demologo Mauro Gioielli. Si parlerà dello sposalizio negli usi, costumi e nelle tradizioni dei nostri paesi.

Manuel D’Amario, attore emergente nel panorama nazionale, si presterà alla lettura di brani e poesie inerenti lo spirito del festival.

Ore 17:30  – Il maestro orafo Franco Coccolpalmeri racconta la storia delle fedi nuziali.

Ore 18:00 – Mostra degli abiti storici alla presenza di Sebastiano di Rienzo, presidente nazionale dell’associazione dei sartori.

Ore 20.00 – Inizio della “Notte di paglia” e apertura della locanda “Magna, veva e statt zitt”. Menù a base di piatti tipici della tradizione contadina locale. Vino e birra a fiumi.

Ore 21:30 – Matteo Grifa, accompagnato da Anna Grifa e dal maestro Michele Monaco, interpreta Matteo Salvatore; il più grande cantore dello sfruttamento che l’Italia abbia mai avuto e grande poeta della povera gente. Italo Calvino di lui disse: “Le parole di Matteo Salvatore noi le dobbiamo ancora inventare”.

Ore 23:30 – “Arcur’dems coma s faceva” un viaggio alla riscoperta di una delle più antiche tradizioni legate al matrimonio: La serenata.

Domenica 28 Agosto – Piazzetta Rossa.

Ore 12:00 – Apertura de“La juornata d l sposalizij” con lancio di riso dal balcone da parte degli sposi.

Ore 12:15 – Apparata revival, proiezione di filmati che ripercorrono la storia di questa tipica usanza paesana.

Ore 13:00 – L’ shcatton,La f’llata e n b’cchier d vin, aperitivo a base di prodotti tipici. A seguire presentazione del gruppo folkloristico di Agnone, che accompagnerà il pranzo “D l sposalizj” con canti e balli.

Ore 13:30 – Inizio del pranzo dello sposalizio con menù ricavato  dai racconti popolari, dal dopoguerra ad oggi.

Ore 17.30 – Zull’n l’ies’n, ada chiov: Inizio dei giochi popolari a chiusura della manifestazione.

Tutto questo non vi basta e volete un video esplicativo? Eccolo qui sotto. Per qualsiasi informazione c’è la pagina Facebook:https://www.facebook.com/tumbrfest oppure chiamarci al numero 3290131940. Per pernottare in zona i prezzi partono da 50 euro, prima colazione inclusa.

 


Copyright  Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.