Home / Cultura / Cultura Popolare / Treni d’epoca per scoprire i tesori della Majella.

Treni d’epoca per scoprire i tesori della Majella.

Tratto da www.parcomajella.it

 csm_treno_a957feeba8

 

Dal 17 al 18 maggio tornano i treni storici sulla Ferrovia del Parco

Un salto nel passato con vetture d’epoca accompagneranno i viaggiatori tra l’arte, il verde e le bellezze nascoste del territorio del Parco Nazionale della Majella. Torneranno, infatti, i treni storici sui binari della tratta Sulmona-Castel di Sangro: per i prossimi 17 e 18 maggio, si celebrerà la riapertura all’esercizio turistico della Ferrovia del Parco. L’Ente Parco Nazionale della Majella, in occasione delle due giornate, sta organizzando una serie di iniziative, accogliendo i viaggiatori, in tutte le tappe mettendo in mostra tutte le peculiarità del territorio e con una degustazione di prodotti tipici.

La Sulmona-Castel di Sangro, la Ferrovia del Parco, aperta nel 1892, e’ lunga 76 km e costituisce un vero e proprio capolavoro dell’ingegneria ferroviaria italiana. Attraversa il Parco nazionale della Majella, inerpicandosi fino a Roccaraso e, con i suoi 1.268 metri della stazione Rivisondoli/Pescocostanzo, è la seconda linea ferroviaria più alta della rete FS dopo il Brennero. Soddisfazione ha espresso Franco Iezzi, Presidente del Parco Nazionale poiché “grazie a questa iniziativa non solo si recupera una tratta ferroviaria di straordinaria bellezza e utilità ma si rende possibile  pensare ad un nuovo impulso del turismo verde e alla sua economia che da queste parti ha una valenza particolare, tutto questo a merito dei dirigenti FS  e della Fondazione FS e segnatamente dell’ing. Cantamessa -regista e animatore di questa iniziativa- che con la sua passione e alta professionalità ha reso possibile l’evento”.

Con i treni storici della Fondazione FS, appositamente restaurati, che consentono di viaggiare attraverso le linee che collegano paesi arroccati sulle montagne e immersi nel verde, scrigni di un tesoro unico fatto di antichi monumenti, opere d’arte e tradizioni ancora vive,si potrà parlare di un “museo dinamico” offerto a tutti. Rete Ferroviaria Italiana, socio fondatore della Fondazione FS Italiane, si occuperà della manutenzione delle quattro linee per consentire il transito di convogli a bassa velocità. I treni storici della Fondazione FS che correranno su questi “binari senza tempo” potranno anche essere noleggiati, a cura del Parco Majella, per gite “su misura”.

– See more at: http://www.parcomajella.it/ente-parco/in-primo-piano/articolo/fondazione-fs-e-i-treni-depoca-per-scoprire-i-tesori-della-majella-dal-17-al-18-maggio-tornano-i/#sthash.3RQT7Ch1.dpuf

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.