Home / Cronaca / Attualità / Teatro dialettale dell’Altosannio

Teatro dialettale dell’Altosannio

Grazie all’azione instancabile di Umberto di Ciocco e del suo Gruppo, il territorio dell’Altosannio può fregiarsi del merito di avere una propria Compagnia Teatrale composta da attori provenienti da diversi Comuni del Territorio, ciascuno con proprie inflessioni dialettaliDa tempo essi operano con l’intento di offrire al pubblico la dimostrazione lampante di come le diverse inflessioni facciano parte di una sola radice, di una sola lingua, nella convinzione che il Teatro “comico” dialettale sia un potente strumento  per rendere comprensibile il concetto di appartenenza ad una unica radice culturale e sociale e, quindi, per facilitare la riaggregazione del territorio.

Ogni opera nuova vede l’apporto e l’adesione di nuovi attori, sempre in aumento. Ogni opera, attraverso mesi di preparazione e percorsi rigorosi di scuola del teatro dialettale, consente di amalgamare e armonizzare le inevitabili differenze, fino alla creazione di un solido Gruppo Teatrale del Territorio dell’Altosannio. La melodia dei dialetti è una sinfonia di suoni non dissimile dal fruscio autunnale delle nostre faggete.

Questa estate, con sale strapiene in molti Comuni, la Compagnia Teatrale ha prodotto un’opera del tutto particolare che, scritta nel 411 a.C., può ben adattarsi a tutte le epoche o periodi che abbiano, come caratteristica comune, una società dove l’istruzione è privilegio di pochi e la gente comune si esprime solo con un linguaggio colorito, raccolto dal vivere in sintonia con la natura. La commedia è ispirata all’opera teatraleLisistrata”, scritta da Aristofane appunto nel 411 a.C. In essa si parla dello sciopero del sesso praticato dalle donne di Atene che si sentivano abbandonate dai loro mariti, impegnati nelle guerre. L’opera completamente riscritta è stata adattata alla nostra realtà e le ragioni della ribellione delle donne sono legate a litigi per terreni o questioni paesane

Il titolo “Lisistrata” è stato modificato in Ru sciopərə də lə pətechə. Chiunque può cogliere, già solo dal titolo, come la trasposizione in dialetto dia sfogo a situazioni esilaranti che coinvolgono fortemente il pubblico, senza, però, allontanarlo da serie riflessioni, in primo luogo, sulla Società in cui viviamo e, in secondo luogo, sulla  forza espressiva dei nostri dialetti e sulla loro rimarcata unicità: tante inflessioni, ma un’unica lingua dialettale.

Il successo di pubblico e le dimostrazioni di simpatia e stima manifestate al termine degli spettacoli aiutano a capire quanto sia apprezzata La Compagnia Teatrale dell’Altosannio e quanto sia apprezzata la sua proposta di presentare l’interessante menu dei dialetti del Territorio.

I dialetti adottati finora sono quelli di: Agnone, Belmonte, Poggio Sannita, Capracotta, Castiglione MM, Schiavi di Abruzzo, Villa S.Maria e Grassano (MT).

La Compagnia è composta dagli ottimi

  • Attori:Carmine Cavarozzi, Ester Cavarozzi, Cristina Cetani, Raffaele delli Quadri, Gavio di Carlo, Concetta di Nucci, Silvana di Toro, Giancarlo Liberatore, Riccardo Longo, Gianfranco Masciotra, Franco Nizzardo, Vincenzo Piccirilli,  Lena Porrone, Pina Teti, Loredana Tredicine, Lucia Rita.
  • Sceneggiatori: Umberto di Ciocco , Alessandra Menchinelli
  • Scenografa: Lucia Moauro
  • Tecnici: Gennaro Bonanese, Gianfranco Masciotra, Giovanni Piccirilli, Mirko di Ciocco, Stefano Pace, Gabriele Scassaioli, Alex di Pietro
  • Regia: Umberto di Ciocco.

Le foto sono state scattate durante la rappresentazione avvenuta a Poggio Sannita.

Poggio1

Poggio2

Poggio3

Poggio4

Poggio5

Poggio6

Poggio7

 

Poggio9

Poggio10

Poggio11

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.