Home / Tag Archives: Luigi Lozzi

Tag Archives: Luigi Lozzi

A Scalinata de Trivento

Versi di Luigi Lozzi Cor còre grosso ‘n gola, a pratica’ ‘ste scale, ciannavo ‘n pò de corsa così da famme male. Le sagome de’ portici, de le case e de le chiese sfilaveno ‘n cortèo e ‘n senso inverso a le discese. Se paraveno a la vista come fussero …

Read More »

Trivento di neve vestita

Versi di Luigi Lozzi[1] Trivento di neve vestita Di chiaro splendore l’adorna sì lucente che di bianco vestita è simile a sposa. Di luce l’ammanta e avviluppa silente, di candida sfoglia ne avvolve ogni cosa.   _________________________________ [1] Luigi Lozzi, triventino per merito materno, ama i territorio triventino perché rappresenta …

Read More »

A Salcito

Versi in romanesco di Luigi Lozzi[1] dedicati a Salcito e al suo papà, perso in vita troppo presto.   A Salcito Sarcito è ritto e chino sta in su n’apice de colle come fusse ‘n cartapesta sagomata pe’ ‘n presepe. Pare com’è ‘n quarzo rosa ‘ncastonato tra du’ zolle che …

Read More »

A Trivento. Osservazioni, Sensazioni e Versi

di Luigi Lozzi [1] Osservazioni :  “Dalla singolare bellezza di questa foto sono maturati i miei versi. Ogni triventino potrà goderne per condividerne la carica emotiva.” Sensazioni : Trivento me vie’ ‘n sogno come ‘n sogno da sognà. Me se rappresenta ambìto mentre carco pietre morbide che  asseconnano ‘n percorso …

Read More »

‘N sogno da sognà

Poesia di Luigi Lozzi ‘N sogno da sognà  Trivento me vie’ ‘n sogno com’è ‘n sogno da sognà, anniscosto dietro a ‘n velo ch’io vorebbe da strappà come a scoprì ‘n rigalo che t’addopri annà a scartà ma che ‘n se pò con sogno che ‘n voresti che sognà. Nun …

Read More »

Fontanella di Trivento

Versi di Luigi Lozzi Fontanella di Trivento Se potessi abbracciare, ad occhi chiusi, questa fontanella e potessi, come in un sogno, chiederle di dispensarmi quanto di diverso ha profuso nel tempo, le chiederei di inondarmi di memorie per poi guardarmi bene dal togliere subito quei panni così tanto pregni ed intrisi di ricordi. Li …

Read More »

Odo

Versi di Luigi Lozzi [1] . Odo ancora alternare i miei passi laddove io ebbi ad incedere allora, ove sì vivida luce era tra i massi prìa che la notte svelasse l’aurora. Odo ancora, scandito e impostato il calpestìo di chi ritma ogni sbalzo a ragione e lo scalpitìo disordinato di …

Read More »