Home / Tag Archives: Fraine

Tag Archives: Fraine

Rame, il ricordo di una caffettiera

Leonardo Tilli Un tempo vi era un grande impegno per tenere lucido il rame. La compianta Maria Delli Quadri scriveva: “arrimunne lu rame” vale a dire Ripulisci il rame, togli la patina dal rame.  Ma “arrimunne” significa anche “sbuccia”, togli la pelle. … La pulizia doveva portare il rame all’aspetto del nuovo …A …

Read More »

La frəttitə – La frittata

Poesia di Duilio Martinoin dialetto di Fraine (Ch) con traduzione La frəttitə Scugnei lə fəfə ‘Ndoniə  nghə la coppla          n’ghəpə e ‘n gə  pənzei chiəu a la frəttitəl’avè appoisə a ‘nu pedə de cərəsciən’dò lə puteia vədè da sopra all’ərə .P’arpusò z’appuiettə a ‘nu manoppləlu saulə l’avè quasə sturdulluitəabbruscioiə lə vrəcheunə gne la vrəsciə.Z’arvigliettə e sbuttennə la callərəprimə də spannə ‘n terrə lu manduiləz’attacchettə a la vaucchə də lu ciôcənəch’avè môssə a lu peuzzə de lu grosciə;aprettə la mandrocchiə e lə fərmuichəz’avè fattə chiù …

Read More »

Paesi

di Duilio Martino Fraine (CH) Paesi Visitando un paesenon scrutare con occhi distaccati cercando le risposte in una logica di comodi o di numeri.  (si alberga nell’illogico e il calcolo non regge).  Visitando un paesenon correre, rallenta… se puoi fermati;  le gomene discioglile offrendo il mare ai sensi.  Nei paesi si nutrono di panedi …

Read More »

Il Borgo

di Duilio Martino Sapor di resa ha l’atmosfera statica arida l’aria cinged’assedio quand’è domo il vento, calda è la cenere che ora occlude nari e sempre in soave ascesadagli stami compiuti– le cento bocche dei camini spenti – .  Leggo la resa su muraglie unghiate dal flusso offese del feroce tempo aspro è il respiro di …

Read More »

La radice e le foglie

di Duilio Martino La radice e le foglie Puoi immaginare l’uomocome una foglia, una fragile foglia di una robusta quercia: provvisorio respiro che partecipa e alacremente all’antico miracolo che continua a stupirci.  Certo, le foglie muoionocome – sappiamo – muoiono anche gli uomini lasciando spazio ad altriuomini e ad altre foglie ed il prodigioogni giorno si …

Read More »

La terra ora tace

Poesia di Duilio Martino  Fraine (CH) La terra ora tace   Fumigavano gli agri, allegri cantisortivano dagli orti, storni e tordi affollavano frassini e festanti pargoli s’ingegnavano in bagordi.  Fumigavano menti dei migranti sognando antichi borghi, giammai sordi agli echi di puerizie giubilanti– ben sanno i sassi svegliare ricordi.  Tace la terra sotto il latteo manto: l’inverno …

Read More »

L’anima nel borgo

Poesia di Duilio Martino Ti cercherò anima miain lembi rugginosi di cielo a novembre quando da piane saliranno cantidelle fragili foglie e degli augelli migranti e del mite Ponenteche ultimato l’assalto a frondesi farà brezzaper posare i profumi tra crespedi mare degli ambrati monti.  Ti troverò anima mianel grembo consumato …

Read More »

L’eco del vespro al mio paese

Poesia di Duilio Martino Crepuscolo sulla Majella L’eco del vespro al mio paese E’ nel crepuscolopiù che in altri spiragli di tempoche cerco in affanno improbabile verso– compagno un ciliegio –consumando la valle con occhi ammaliati e vermigli frangenti su grigie scogliere.  Nel crepuscolo si!Quando la quiete nutrela stessa maledetta …

Read More »

Il Fico

di Benedetto di Sciullo [1]e Giovanni Mariano [2] Il Fico fiorisce da Giugno ad Agosto, è piccolo albero con tronco liscio di colore grigio metallico e rami dello stesso colore. Il legno è duro ma poroso; facile da piegare, ma rimane di scarso valore. Raggiunge dimensioni discrete sia nella statura, che nel diametro dei tronco. Foglie:Grandi, profondamente trilobate o pentalobate; lamine fogliari di 10 – …

Read More »

La ciucculattera di rame e 23 acini di caffè

Racconto-Rcordo di Leonardo Tilli [1], di Fraine All’epoca, quando si trovava il caffè, era un lusso.In molti posti facevano tostare le radici di cicoria … e preparavano un infuso. A casa mia, a Fraine, il caffè tostato, una volta raffreddato, veniva conservato in un barattolo a chiusura ermetica.Dopo aver “abbrustolito” il …

Read More »

Il pane, un tempo fa……

di Leonardo Tilli [1] Di solito il pane in casa si faceva, di media, ogni settimana, specialmente se nel periodo “vi erano operai a giornata”, per i vari lavori nei campi. Per mantenere più “fresco” il pane, vi era l’usanza, a Fraine, di mettere nell’impasto una certa quantità di patate, …

Read More »