Home / Tag Archives: Enzo Carmine Delli Quadri (page 3)

Tag Archives: Enzo Carmine Delli Quadri

Liquore alle Foglie di Olivo

L’olivo, chiamato albero della vita, è considerato un albero sacro da tutte le culture più evolute dell’antichità. L’olivo per crescere bene ha bisogno delle CINQUE “S (ESSE)”: Silenzio/ Solitudine/ Sole/ Siccità/ Sassi (pietre).Dante nel canto XXI del Paradiso, racconta che San Pier Damiani, nativo di Ravenna, monaco e superiore del monastero di Fonte Avellana, …

Read More »

Che i giovani sappiano e agiscano

Panorama primaverile di Capracotta (foto di Alessandro Mendozzi) Questo è quanto il Prof. Francesco Paolo Tanzj, docente di Storia e Filosofia, ha scritto, con l’aiuto dei ragazzi delle classi IV B e V B, nell’anno scolastico 2014/15. È l’ introduzione al libro La Storia che ci unisce pubblicato nel 2015 dal Liceo Scientifico “Giovanni Paolo …

Read More »

Louna ngatènata

Poesia di Antonia Anna Pinna  in dialetto di Villalago Louna ngatènata Louna ngatènatada mille alluccheiejere fuve bella,da fa paouraTe so viscta cchiù grossa de le sole ch’tramondaCchiù dolce de le mele de le fiore de cambagn Parlìve d’amoure senza adduràChi te dejece grazie ch’ tutte le coreSe smuorze la luce …

Read More »

L’Alto Molise è finito come “La rana Bollita”

Nel marzo del 2016 scrissi della Rana Bollita in riferimento al decadimento della Società Italiana (https://www.altosannio.it/la-rana-che-non-sa-di-essere-cotta/) e al suo scivolamento verso posizioni che solo 20 anni fa ci avrebbero fatto inorridire. Ma, in anni precedenti al 2016, inascoltato, ho utilizzato questa Favolistica di Olivier Clerc anche in riferimento alla situazioni in cui versavano …

Read More »

Le targhe di rame

Scritto di Esther Delli Quadri Foto di sinistra: Targhe di Rame di Filippo e altri, lungo il viale del Cimitero di Agnone. Foto di destra: Campo e Cimitero di Mathausen; Da tempo ci pensava. Voleva andare a vedere dove era sepolto lo zio. Quello zio Filippo le cui foto giravano …

Read More »

Morire per Rinascere: Halloween e Samhain

Scritto di Rita Cerimele Benvenuto a te viandante. Sei accolto con l’offerta del Sale e del Pane riservati all’ospite sacro. Poni le tue mani nelle mie, e lasciati guidare. Iniziamo il nostro viaggio a ritroso nella selva dei miti, ai confini della realtà fra canti, figure di streghe e fantasmi, …

Read More »

Vejle – Vòile – Velo

Poesia di Antonia Anna Pinna in dialetto di Villalago Vejle Ne vejle de fièrre me tè n’gatenatala fegura mejam’balsamata da secule de prevaziouneL’uocchie meje so ma du fessoure de  na mascherape vedeje quile puche che m’è permisseLa vocca meje è ma na sfèssape ne fiate mupeL’ogna meje nen nzò capacede fa maleLa …

Read More »

Il Finestrino in Versi

Rileggendo i commenti sulla pubblicazione de “Il Finestrino” pubblicato su questo sito nel 2013, ho accolto l’invito di Stefania a trasformarlo in poesia. È ancora lui, il finestrino, a essere il protagonista. La metafora  apre e chiude i sogni di un passato impresso nella memoria che ogni tanto ritorna per affacciarsi …

Read More »

La terra ora tace

Poesia di Duilio Martino  Fraine (CH) La terra ora tace   Fumigavano gli agri, allegri cantisortivano dagli orti, storni e tordi affollavano frassini e festanti pargoli s’ingegnavano in bagordi.  Fumigavano menti dei migranti sognando antichi borghi, giammai sordi agli echi di puerizie giubilanti– ben sanno i sassi svegliare ricordi.  Tace la terra sotto il latteo manto: l’inverno …

Read More »

Casa me

Poesia di Antonia Anna Pinna Casa me Dolce la casa mecomme diamande le prete de le vialeluccecanee m’arravogliane che luce reflesse.  Verde è le giardejne che m’avvracciache le profume sejee me ‘ngondra de naschuostepe’ ‘ngannarme che n’addoure scenescoute  Forte è le titte mejefatteda chi sa ch’ada pruttegge. Callele liette meje,cunnela  d’ore pe …

Read More »