Home / Tag Archives: Enzo C Delli Quadri

Tag Archives: Enzo C Delli Quadri

Avašte na štrette

di Rodrigo Cieri [1] Avašte na štrette «Rosì, è cinquant‟anne già, ma tu te l’aricurde bbone gn’è successe? Na tremarelle ncolle a tutt‟e ddù!» «Che emozione forte s‟avé messe quanda lu prime vaçe m‟à sfiurate e m‟ajje štrette a tté. Lu core a vatte a cente a ll‟ore e sempre …

Read More »

La Società delle Erbe Seconde di Pescasseroli

di Davide Boccia Nel presente articolo si intende descrivere il funzionamento della Società delle Erbe Seconde diPescasseroli e spiegarne, per quanto possibile, le ragioni dell’esistenza. Questa associazione, molto simile ad una Comunanza Agraria, ha costituto, dalla metà del XIX secolo fino agli ultimi decenni del secolo scorso, una modalità originale …

Read More »

Oltre il Verrino

di Anglonense Anonymus Oltre il Verrino Il fiume ha sempre seguito il suo corso. Benevolo, per la terra che attraversa. Generoso, per il “bracciale ed il contadino povero” ma ancor più per proprietari terrieri ed istituzioni ecclesiastiche. Impetuoso, quando fu attraversato dall’idea di una rivoluzione lontana. Ponderato, quando vide aprire scuole, …

Read More »

Maria SS. della Mercede – 24 settembre

di Domenico Meo [1] La festa in onore di Maria SS. della Mercede, celebrata nella chiesa parrocchiale di San Biase e annunciata da un novenario di preparazione, chiude le ricorrenze  del mese di settembre dedicate alla Madonna. La solennità lega le sue origini storico-religiose all’Ordine dei Mercedari fondato da Pietro Nolasco, …

Read More »

Alla ricerca di lumache

A cura di Benedetto di Sciullo [1] tratto dalla rubrica Lo spazio di tutti del sito faldus.it, editing Giovanni Mariano [2]   Alle quattro e trenta di una cupa mattina d’agosto, due ragazzi ruppero ogni indugio e salirono la scala di pietra che portava allo sporto situato accanto al terrazzino di una casa. Come avevano fatto già …

Read More »

Autunne

di Bruno Marinelli [1] Autunne Se tegne d’ culure la campagna: d’ gialle, d’ rusce, d’arancione. ‘Na nuvula d’ cieglie passa ‘nciele: ‘nu frusce d’ale ch’ se ne va luntane. D’uva ch’ vòlle, d’ fugne e d’ castagne se spanne, già, ‘n’addore ch’ cunfonne. L’aria e chiù fresca e, subb’t …

Read More »

Nu vìecchjə maštrə

Poesia di Felice Pannunzio[1], Nu vìecchjə maštrə Nu vìecchjə maštrə, arrétə a na vətróina, sə védə angóra, céttə, ógni matóina: davéndrə la pətòica, mbulvərata cóm’e na cósa armašta abbandunata. Fa cacché calzungillə, o na ggiacchétta; e chéuscə chjénə chjìenə, sénza frétta. Nə ndé nu lavurandə, ndé nəscìunə chə j’arrégnə ru …

Read More »

Addó ze nasce

Poesia di Tiberio La Rocca [1]  Addo’ ze nasce Le paiese addò ze nasce, n-te le scuorde pruopria mè pure se tutta la vita, vè gerènne addò è è. Nen te scuorde chille puoste, né le vie né le perzone né l’addore de la terra, né la vita da guaglione. …

Read More »