Home / Cultura / Cultura Popolare / Succede a Castelverrino, in Altosannio

Succede a Castelverrino, in Altosannio

Racconto e foto di Florindo Di Iorio [1] 10 sett 2014

Alba sull'Altosannio (Castelverrino)
Alba sull’Altosannio (Castelverrino)

Sono un paio di giorni che me ne capitano di belle nella vita, ovviamente belle metaforicamente. Ho pensato subito, visto il termine della mia breve vacanza, sicuramente stupenda, anche se mi chiedo: Ma a Castelverrino come puoi esserti divertito? Non c’è nemmeno un bar se non uno legato ad un ristorante, che giustamente i gestori curano relativamente, visto la dedizione che devono profondere all’attività principale , ovvero il piccolo ristorante che di questi tempi va avanti come può. Ironia della sorte si chiama il ristorante ” La sorpresa “. ora mi chiedo : certo che qui si tratta di fantasia subconscia nel nome , comunque un plauso va alla famiglia che lo gestisce , se non per il coraggio di aver avuto ad aprirlo. .

Ebbene, dicevo, io chiamerei tutto il paese ” Sorpresa “, eh già, nulla ci fu più di appropriato. Ma pensate, perfino all’interno delle mura di casa mia c’è stata una sorpresa, inaspettata ovvio, sennò che sorpresa sarebbe stata! Non posso addentrarmi nei particolari per ovvi motivi, ma posso dirvi che mi sono trovato buttato giù dal letto alle 04:30 ….

“Su caro è ora di andare” .
Ma di andare dove? dal momento che la stessa mattina un po di sonno s’era preso verso le 2!
In fondo è stato piacevole, lascio immaginare in quale galassia mi trovavo.
“Caro, dai, preparami la colazione, mi raccomando poco zucchero, un goccio di caffè nel latte, un po di cacao dolce e mi raccomando le paste di Carosella eh!”
Di Carosella? Esclamo tra me, ma dove le vado a prendere a quest’ora!
Tesoro sono in frigo non ti ricordi ce le hai messe tu ieri sera!
Per la miseria era vero! La sera precedente ero passato dal fioraio e dalla pasticceria, appunto Carosella. Come un automa imbastisco il tutto, rompo una tazzina ……. “amore che combini” ….no, niente, è stato il gatto che è saltato sul tavolo.
Il gatto? Ma amore noi non abbiamo il gatto !”
Comunque la tenue luce dell’alba inizia timidamente a sbocciare, lei parte, bacetto al volo, macchina in moto ….. e rientro in casa .
Scusa caro ho dimenticato i panini alla ventricina“, noto salume dell’abruzzo, e via, parte!

Non so voi, ma io a quell’ora ho avuto un senso di liberazione e di vuoto contemporaneamente. Occorreva decidersi, a letto o a fotografare l’alba? Opto per quest’ultima soluzione, mi armo di tutto punto con borsa fotografica ed accessori vari e, individuata la postazione, inizio gli scatti! Mi fermo un’attimo, guardo il mio abbigliamento ….. ero in pigiama; decido di proseguire con quella divisa; in fondo quale fotografo non gira in pigiama eh!

Nel vecchio borgo avevo incontrato una ventina di gatti, due cani e qualche piccione che timidamente iniziava a spostarsi tra un cornicione all’altro . La luce aumenta, prendo postazione …… ed ecco il primo raggio filtrare, stava nascendo la nostra stella che ci da vita. Raffica di scatti che nel riguardarli davano l’impressione di un filmato a scatti. Ottime foto ! Alla fine crollo!

Di corsa a casa lasciata aperta, incrocio tre gatti che scappavano, avevano perlustrato la credenza! Vigliacchi, se vi prendo stasera vi cucino alla cacciatora! Solo sfogo , mi fanno schifo anche i conigli, che di fatto non mangio . Mi sdraio al letto e ……. dalla curva d’entrata al paese arrivano le note di un megafono su di un furgone che aumenta sempre di più il volume. Era il fruttivendolo che il lunedì arriva di buon ora per poi fare altri paesi più redditizi. Poggio la testa sul cuscino e l’orologio a 2 campane della piazza inizia il primo quarto d’ora, proseguirà regolarmente fino alle 22:30 di stasera.

Chiudo il balcone ed, appena assopito: Driinn, driinn, driinn , lei che mi chiama ! “Caro stavi dormendo? ” No giocavo a nascondino da solo “. Non ho inveito più di tanto, stava guidando e ne aveva per altre due ore . Oh adesso dormo ! Dlin Dlon Dlin Dlon …. il campanello di casa! Era il mio amico che mi fa : ” Oh guarda che io devo andare a portare a pisciare il cane !” “Ok, ho capito, ma io il cane non c’è l’ho”. “Fa lo stesso, vieni a pisciare tu “!

BASTA! Mi alzo, mi vesto e mentre varco la porta della camera sento odore di caffè: si era accomodato con tanto di apparecchiata e faceva colazione con le ultime 2 paste di Carosella che dovevano essere mie! Mi arrendo, prendo 2 briosc industriali scadute in luglio del 2012 e provo ad inzupparle. Intanto il cane aveva fatto pipì dietro la porta del disimpegno ! NOOOOOOOO ! . Eh, esordisce serafico il mio amico: “Te lo avevo detto di sbrigarti, vedi che succede a dormire?” Non gli rispondo.

Macchina fotografica a tracolla, cellulare in tasca e si esce ! In fondo era destino!

 


[1]  Florindo Di Iorio, Molisano di Castelverrino (IS), vive a Castelvetro di Modena ma ha conservato intatto l’amore per il suo paese d’origine. Si occupa, amabilmente e, a volte, espressionisticamente, di cultura, scrivendo per sé, ma non disdegnando di condividere la sua passione con chi crede ancora nei veri valori della vita, nelle piccole cose , nella solitudine di chi ama stare in compagnia.

Copyright  Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

3 commenti

  1. Mi piace l’ironia dello scritto, la spontanea freschezza di raccontare l’amore, la bravura del fotografo e l’insolente amico… PERO’ UN PROGRAMMA CHE NON CONDIVIDO… è la solitudine di chi ama “stare in compagnia!”

  2. Di Iorio Florindo

    Quest’anno sono stato, a Castelverrino per pochi giorni , sempre con il mio amico del cane , al contrario dell’anno scorso aveva la bimba , che per fortuna non portava a pisciare alle 5 del mattino .
    Comunque le cosiddette le rompeva lostesso ! Tutte le mattine si presentava verso le 5 , aveva le chiavi e quindi non suonava nemmeno il campanello ! Buon Giorno ! Sono venuto a fare colazione gridava dalle scale per svegliarmi . Un mattino entra in camera e beat beato mi fa : Dove sono le paste di Carosella , gli rispondo spontaneo : Le ha la commessa in Agnone se aspetti un tre ore te le procuro : Ma porca miseria mi fa : Quante volte te lo devo dire che le devo comprare la sera ……Io adesso cosa mangio ? Senti se guardi bene nella vetrina ci sono dei biscotti scaduti nel 1011, ti assicuro che sono ottimi io li mangiai allora ed erano squisiti ! Borbotta qualcosa e torna in cucina , apparecchia , fa il caffè e trova i biscotti dal colore verdastro ,insomma schifose ! Le mangia lostesso mentre io mi spancio dalle risate dietro la porta ! Sento che dice : sevo cambiare BAR , guardo subito l’effige di S.Pio e dico: Grande Santo fa che si avveri ! Ne dubito .” A pranzo che mi cucini ? Ho voglia di pesce fresco . ” Tranquillo sono appena rientrati i pescatori , ora vado in mercato e faccio spesa . Esco e ci vado davvero e chiedo 2 kg misti di pesce guasto che sono li da 8 giorni ! Li compro , torno a casa ed usciamo . Sono curioso di vedere la sua faccia quando mangia , per me avevo preso pesce freschissimo Decidiamo di andare al fiume ed appena arrivati , imbranato com’è cade in acqua , le risate le sentono a Caccavone !Non è giornata , lo immortalo con tanto di foto e ripartiamo con lui mezzo zoppicante . ” Mi prendi in braccio ? ” mi fa ; Te lo scordi la prossima volta guarda dove metti piedi i piedi ! Nonostante queste scaramucce resta il mio migliore amico , così lo prendo sotto un braccio ed in qualche modo lo aiuto ! A domani amici miei !

  3. Di Iorio Florindo

    E’ venuto doppio , corretto :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.