Home / Cultura / Cultura Popolare / Štéllə

Štéllə

Poesia di Felice Pannunzio[1] tratta dal libro “Poeti Dialettali di Agnone” curato da Domenico Meo[2]

come-trovare-una-stella-1

Štéllə

J’évanə dittə ca pə tuttə quèndə
cə šta na štélla ngìelə: ru uagliéunə,
quàndə ru cìelə sə facéva schìurə
sə məttéva a uardà fissə lə štéllə. . .
Cóm’évanə lucèndə! Évanə bbèllə!
Səmbràvanə bbrəllèndə!
Chisà addó šta la štélla
chə luccəca pə mé tuttə lə sàirə?
s’addumannava. . . E mó chə rə capillə
jə s’énə fattə gghjènghə
la va truuànnə angóra, chélla štélla,
facènnəsə la sòləta dumanda. . .

Stelle
Gli avevano detto che per tutti quanti
c’è una stella in cielo: il bambino,
quando il cielo si faceva scuro
si metteva a guardare fisso le stelle. . .
Come erano lucenti! Erano belle!
Sembravano brillanti!
Chissà dove sta la stella
che luccica per me tutte le sere?
si domandava. . . E adesso che i capelli
gli sono diventati bianchi
la va cercando ancora, quella stella,
facendosi la solita domanda. . .

 


[1] Felice Pannunzio. Molisano di Agnone, dedito alla politica, giornalista, novelliere e poeta. La sua poesia è spesso temperata da un’atmosfera crepuscolare e mitografica, nella quale si percepisce un mai sopito sentimento di nostalgia verso le cose avite e gli affetti dell’infanzia.
[2] Domenico Meo, Abruzzese di Castelguidone (CH), ma agnonese di fatto, lavora alla Asrem di Agnone (IS). Si occupa, in termini scientifici, di dialetto, riti, usi e tradizioni popolari. Tanti i suoi libri, su cui giganteggia il Vocabolario della lingua di Agnone. In questo suo ultimo lavoro Domenico Meo opera per resistere contro il livellamento estremo della globalizzazione, ridando luce e voce alle tante bellissime sfumature del nostro dialetto, attraverso la scoperta o la riscoperta dei nostri Poeti Dialettali. (Il libro è disponibile telefonando allo 0865 78647)

Copyright  Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

 

 

 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Un commento

  1. La poesia è splendida! si potrebbe dire che”la poesia risplende” come la nostra propria stella che brilla in qualche parte del firmamento ma che sta a noi … saperla riconoscere … nel momento giusto della nostra vita! …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.