Home / Cultura / Cultura Popolare / Poesie / Sembra ieri

Sembra ieri

di Antonia Anna Pinna [1], altosannita di Villalago

Sembra ieri

Comincio anch’io a scolorire
come le vecchie foto degli antenati.

Sembra ieri che sedevo sui gradini
con un lecca-lecca tra i denti.

Sono nata ieri e sto morendo oggi
sotto un sole ormai straniero.

La mia terra non ricorda il mio nome
e anch’io sto archiviando solo il necessario.

Quello che resterà attaccato ai muri
lo comprenderà il vento
che va a grattare il pianto per dissetare i suoi echi,
figli legittimi di amori vissuti.

 


[1] Antonia Anna PinnaAbruzzese di Villalago (AQ), lavora in Banca d’Italia. Ama la scrittura e, in particolare, la poesia che nasce dal suo profondo amore per ogni forma di vita, dal suo essere donna, madre e moglie.

Editing: Enzo C. Delli Quadri
Copyright: Altosannio Magazine 

 

About Antonia Anna Pinna

Antonia Anna Pinna, Abruzzese di Villalago (AQ), lavora in Banca d’Italia. Ama la scrittura e, in particolare, la poesia che nasce dal suo profondo amore per ogni forma di vita, dal suo essere donna, madre e moglie.

2 commenti

  1. CARA ANTONIA, come te siamo in molti ad essere sotto un sole “straniero” .Ma non è del tutto vero quel che dici, cioè quel sole tu te lo sei portato dietro, e ne hai assaporato così bene la vitalità dei raggi che ora scrivi questa meravigliosa ed intimistica poesia, pur cominciando a sbiadire…

  2. Antonia Anna Pinna

    Grazie Marisa. Un abbraccio

Rispondi a marisa gallo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.