Home / Cronaca / Attualità / Eventi e Notizie / Notizie / Schiavi d’Abruzzo: Un Paese prossimo a ricordi e fantasmi.

Schiavi d’Abruzzo: Un Paese prossimo a ricordi e fantasmi.

Di Enzo C. Delli Quadri

E’ impressionante esaminare i dati statistici relativi a Schiavi d’Abruzzo, un bellissimo paese abruzzese posto al confine con il Molise.

Secondo l’ISTAT, a Schiavi d’Abruzzo risiedono circa 990 persone. Di queste solo 30 hanno meno di 15 anni, pari al 3% della popolazione. Ben 714 persone hanno più di 60, pari a 72% e 591 ne hanno più di 65 anni, pari al 60% e

Che significa?

Significa che tra 20 anni Schiavi avrà meno di 400 residenti e tra una cinquantina d’anni sarà abitato da fantasmi: un Mondo che sparisce, un Patrimonio che va in fumo.

Al loro posto ruderi e ricordi.

 

 Non Meraviglia che il sindaco di questo Comune non abbia mai sentito il bisogno di rispondere alle decine di lettere inviategli per portarlo a conoscenza del Progetto ALMOSAVA. Non meraviglia che egli si senta senza forze e senza speranza.

Lo lasciamo solo?

 

Fonte ISTAT

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

6 commenti

  1. E’ la fine che faranno altri paesi, purtroppo.
    I notabili e gli sprovveduti si rendano conto che il dramma è serio.
    Quì mi fermo, per non essere accusato di essere il “solito provocatore”
    Quando si parlano lingue diverse ci si intende anche a gesti.
    Quando ci si ostina a non capire, significa che si elude il problerma, si fa finta che non esista… e allora, “terra mé senza patrune e arzune”

  2. Schiavi di Abruzzo!!!!!! Ci sono stata circa 50 anni fa per due mesi d’inverno, mia cugina insegnava in questo paesello, mi ricordo neve neve tanta neve!!!!!!!!

  3. e il bello è che non è il paese messo peggio!!! facciamo un conteggio su fallo (162 anime) o su montelapiano (78)! negli anni ’50 avevano all’incirca 700 abitanti

  4. Il problema è che non si interviene in qualche modo (e non è facile) i nostri Paesi seguiranno tutti lo stesso corso…
    io abito a Torrebruna (10 km da Schiavi, e vi posso assicurare che d’estate Schiavi torna ad avere il doppio-triplo degli abitanti…ma per l’esodo da roma!) dobbiamo invertarci qualcosa!

  5. ovidio eduardo monaco

    Solo i ciechi e i sordi, non vedono e non sentono e sono i NS. AMMINISTRATORI che come nell’era Gaspariana, si son preoccupati del posticino per se e gli amici, e non han visto oltre la punta delle scarpe-.
    A Roma c’è MONTI e qui noi siamo sui MONTI, dimenticati da Dio e dagli uomini, eccezion fatta per Befera, al quale si dovrà una IMU su un valore immobiliare inesistente………l’unico valore che possiamo far valere sono i ns. boschi: se altrove possono inquinare è grazie ai ns. boschi, quindi facciamocelo pagare!!! Chi non ha nulla ha il diritto di pretendere-. Sono nato a Palmoli e qui le cose sono identiche (in 100 anni si son persi 2300 teste e 4600 braccia)–Che futuro ???? Ovidio

    • l’unica cosa (o una delle cose) che si può fare è cercare di rendere collaborative le ns amministrazioni l’una con le altre, per unificare forze, servizi, strutture…penso che sia quello che sta proponendo Enzo con le sue iniziative. Saluti e in bocca al lupo a tutti (noi!!)

Rispondi a daniele Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.