Home / Cronaca / Attualità / Economia e Politica / Riunificazione, anche l’Abruzzo dice sì

Riunificazione, anche l’Abruzzo dice sì

Il consigliere del Pd abruzzese Di Pangrazio sottolinea l’importanza della macroregione

Articolo apparso a pag 10 de Il Quotidiano del Molise del 3 settembre 2012

 

Giuseppe Di Pangrazio

La soppressione della Provincia di Isernia stabilita dal Governo apre le porte alla riorganizzazione territoriale istituzionale. Con l’hinterland isernino che dovrebbe tornare sotto l’amministrazione di Cambobasso, così come era 42 anni or sono, quando in Molise c’era un’unica provincia.

Ma il taglio dell’ente di via Berta potrebbe essere il viatico per accorpamenti di più ampio respiro, come quelli di una possibile ricongiunzione con l’Abruzzo. Argomento, questo, di cui si è recentemente trattato nel corso di un convegno istituzionale organizzato ad Agnone dal movimento Almosava, fautore dell’aggregazione dei territori dell’Alto Molise, Alto Sangro ed Alto Vastese.

Nel corso di quell’incontro, cui presero parte il consigliere regionale molisano del Pd Michele Petraroia, il consigliere regionale abruzzese del Pdl Giuseppe Tagliente e il docente della Concordia University di Montreal Filippo Salvatore, si parlò dell’ipotesi della Macroregione adriatica, composta da Molise, Abruzzo e Marche e delle diverse possibilità aggregative territoriali. In tale circistanza l’esponente abruzzese si era detto favorevole alla riunificazione dal momento che i due territori condividono tradizioni, storia e cultura.

ALMOSAVA, ai confini tra Abruzzo e Molise

Ora anche Giuseppe Di Pangrazio, consigliere regionale abruzzese del Partito Democratico, parla di unificazione dei territori. Intervenuto sul riordino delle province abruzzesi, l’esponente del Pd ha evidenziato l’importanza che la creazione della Macroregione potrebbe avere per le aree interessate.

Come riportato dall’Ansa, Di Pangrazio ha detto che “’’E’ il momento di affrontare seriamente il tema della Macroregione tra Abruzzo – Marche e Molise. Non e’ utopico pensare un tale sistema i cui territori supererebbero di poco il numero di abitanti di una grande città metropolitana come Roma Capitale. In questo quadro infatti, il provvedimento relativo al riordino dei confini provinciali può divenire un’opportunità per stabilire un nuovo sistema di servizi integrato a livello interregionale”.

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.