Home / Cultura / Cultura Popolare / Quàndə tə vajdə, quàndə tə pènzə – Quando ti vedo quando ti penso

Quàndə tə vajdə, quàndə tə pènzə – Quando ti vedo quando ti penso

Poesia di Domenico Meo, da “Sendemiende de cheure”,
con “A comme amour” suonata da Richard Clayderman e l’editing di Enzo C. Delli Quadri

Quàndə tə vajdə, quàndə tə pènzə

Uócchjə ruscə,
nu jittəchə:
assaprìschə l’améurə pə tté.

Na fərləsciójja,
nu friccəchə də səndəmiéndə,
m’ajjə mbambalìutə.

Tə pènzə nzuónnə,
chə sanòicia a ru chéurə.

Lampəjàjjə,
sctiénghə allangheàtə d’améurə,
d’améurə pə tté.

Maméuuə mə ngrójfə.

Lévamə scta pàjna,
famm’abbacheà sct’améurə
catəllìusə e cuccìutə
.

Tə vajdə, tə pènzə,
tə vuógljə.

 

Quando ti vedo, quando ti penso

Occhi rossi,
un brivido:
assaporo l’amore per te.

Un capriccio,
un sussulto di sentimenti,
sono imbambolato.

Ti penso nel sonno,
che ferita nel cuore.

Lampeggio,
sto assetato d’amore,
d’amore per te.

Fra poco mi inquieto.

Levami questa pena,
fammi quietare questo amore
molesto e cocciuto.

Ti vedo, ti penso,
ti voglio.

 

________________
Domenico Meo
(Castelguidone 1961) risiede ad Agnone dal 1963. Da oltre venti anni si occupa di dialetto, riti, usi e tradizioni popolari. Ideatore e conduttore di programmi radiofonici sul folklore musicale, ha partecipato più volte a trasmissioni televisive della RAI.  Nel 1987 ha fondato il Gruppo Folklorico “Rintocco Molisano”. Si è aggiudicato premi di poesia dialettale in Molise, Calabria, Sicilia e Toscana e alcune sue composizioni poetiche fanno parte del II volume di Letteratura Dialettale Molisana e delle antologie poetiche (vol. II e III) curate dall’Associazione Nazionale Poeti e Scrittori Dialettali.

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

3 commenti

  1. Rita Cerimele

    Bravissimo, Meo. Non sono capace a scrivere nella forma dialettale, ma nel leggere le tue poesie riconosco che la doppia versione, dialettale e italiana hanno unico riscontro, sono meravigliose 🙂

  2. Poesia dolce e forte: PROPRIO COME DESCRITTO IN ESSA è L’AMORE. BELLA IN DIALETTO, TRADOTTA ANCHE IN LINGUA…NON PERDE IL SUO FASCINO.COMPLIMENTI.

  3. RILEGGENDO LA POESIA …SEMPRE BELLISSIMA E INTENSA…Frasi brevi, lapidarie quasi…così a volte si parla d’amore ..col respiro corto, quando il fremito incalza!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.