Home / Cultura / Cultura Popolare / Piccolo Papio

Piccolo Papio

Antonia Anna Pinna[1]

marzio-e-ilsuo-cavalloMarzio (il piccolo Papio) è il discendente diretto della stirpe Safina. Salvato dalla morte certa prima che l’ultima battaglia distruggesse i sogni di un grande popolo che aveva sfidato e quasi sconfitto la grande Roma, viene fatto crescere ignaro del suo passato in una famiglia di origini Safine; vive nell’agiatezza, protetto e amato; si prepara a entrare nella vita sociale di Roma con le carte in regola per ricoprire un ruolo adatto al suo rango e anche l’amore per una giovane donna riempie il suo cuore di promesse e speranze. Ma il destino lo attende con altri intenti, tutti da scoprire.

Il nonno, Gavio Papio Mutilo, ultimo Imperatore Sannita “ l’Embratur “vive accecato ed esiliato a Roma da Silla che, come massima vendetta, lo tiene in vita solo per fargli pagare ogni giorno il fio alla sua vittoria. Il suo popolo guerriero, che non ammetteva la sconfitta e che tanto aveva lottato in nome della libertà, non meritava di scomparire. Gavio Papio Mutilo sviluppa una visione interiore che lo convince a seguire la via della mediazione per unire i popoli Sannita e Romano. Chiede e ottiene che Marzio Papio gli venga consegnato, dalla famiglia che lo aveva allevato, per portarlo in un viaggio alla scoperta della sua terra natia e delle sue origini.

Il viaggio si farà anche contro il desiderio del ragazzo che aveva certamente altre intenzioni rispetto alla sua vita. Si sviluppa così un affascinante percorso di vita, colpi di scena, scoperte che lasciano il lettore incantato e fiero. Piccolo Papio, come imparerà a chiamarlo il nonno, diventerà il mezzo per unire i fili del destino dei popoli romano e sannita.

Queste vicende storiche sono raccontate con maestria da Nicola Mastronardi nel suo romanzo storico “Viteliù-In nome della Libertà“. Viteliù è il nome osco di toro/vitello e da esso deriva il nome Italia che risalta vivo sulla moneta adottata dalla Lega Italica, avversaria dei Romani, nella Guerra Sociale del 92-88 a.C.

Ringrazio l’Autore per questo capolavoro di scrittura e storia  unite in un intreccio magico e a tratti poetico e gli dedico questa piccola poesia.

 

Piccolo Papio

Figlio ignaro della terra madre.
Offri il tuo coraggio agli Dei.
Ti sveleranno segreti inauditi.
Bacia la mano alla sacerdotessa e a Flora
Madri e custodi di vite in travaglio.
Antenati di peso tessevano il tuo destino
Tracciando sentieri impervi e dolorosi.
Raccogli il seme eterno della stirpe Safina
Ripiantalo nel ventre nemico e dagli pace.
La guerra non riporta a casa i morti
La pace versa il nettare nella bocca
Ci vuole più coraggio a dire basta
Che a mettere la spada dentro un cuore.

Una madre, A.A.Pinna

 


[1] Antonia Anna Pinna, abruzzese doc, è nata a Villalago (AQ) nel 1957. Vive un ‘infanzia a contatto con una natura un po’ aspra ma incontaminata. Il suo contesto familiare le consente di vivere e sperimentare in totale libertà l’approccio con una comunità montana piena di valori autentici e forti.

Copyright  Altosannio Magazine
EditingEnzo C. Delli Quadri 

About Antonia Anna Pinna

Antonia Anna Pinna, Abruzzese di Villalago (AQ), lavora in Banca d’Italia. Ama la scrittura e, in particolare, la poesia che nasce dal suo profondo amore per ogni forma di vita, dal suo essere donna, madre e moglie.

2 commenti

  1. Antonia Anna Pinna

    Grazie Enzo, dello spazio che mi concedi e voglio cogliere l’occasione per augurare a tutti un anno ricco di emozioni e poesia. Antonia Anna

  2. La poesia di Antonia Anna Pinna è molto bella, ricca di sentimenti che vengono da lontano ma che guardano il futuro.
    Nella seconda parte della poesia vi sono alcune “osservazioni” che, forse, vorrebbero essere dei suggerimenti ma che a me … sembrano di più “precetti” che racchiudono anche contenuti di sagezza …
    Condivido l’augurio di Antonia Anna Pinna per un felice, emozionante, poetico anno nuovo, … con al primo posto … la buona salute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.