Home / Cultura / Turismo in Altosannio / Itinerari / A Piedi / Per vicoli e porte – Bagnoli del Trigno

Per vicoli e porte – Bagnoli del Trigno

A cura di Enzo C. Delli Quadri,
con foto di Francesco Mattaioli e Vincenzo De Blasio

1471129_10207526434817618_7910459877003798900_n

10340166_10207526517019673_4611445844607078986_n

10422523_10207526518779717_7924020812657893783_n

12717472_10207526517499685_3796297881637607337_n

12733591_10207526569180977_2762109788826975393_n

12742435_10207526546380407_5021338524084036941_n

12743720_10207526574021098_3998685095418600347_n

12743886_10207526566460909_8031048722895726477_n

12744137_10207526569660989_1701402065994880514_n

12745519_10207526564820868_6176326771014993442_n

12745832_10207526544100350_6934423677126203130_n

12745973_10207526545380382_6685607596482069168_n

12745474_10207526525259879_7656864606939561836_n

12729124_10207526584501360_2212222422447373557_n

Parafrasando Pier Paolo Pasolini e Cesare Pavese

Un vicolo, col selciato sconnesso, è un’umile cosa. “Una porta”  dove quel vicolo conduce è quasi nulla. Sono cose semplici inserite in bastioni dal colore grigio. Nessuno può pensare di confrontarli con certe stupende opere d’arte della tradizione italiana ma nessuno può negare l’importanza di difendere queste umili cose perché scegliere di difendere vicoli e porte del proprio paese, il suo profilo, i suoi ricordi, significa difendere qualcosa che è opera del popolo, di un’intera storia del popolo.

Tutti sono pronti a difendere un monumento, un campanile, un palazzo il cui valore storico è oramai assodato ma pochi si rendono conto che va difeso il passato senza nome, questo nostro passato popolare. Io ho scelto di farlo.

Peraltro, un paese ci vuole. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei, resta ad aspettarti.

Enzo C. Delli Quadri

Copyright Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.