Home / Cronaca / Attualità / Patto Di Fratellanza …..

Patto Di Fratellanza …..

Patto Di Fratellanza tra La Pontificia Fonderia di Campane Marinelli e  La Federazione Italiana Suonatori di Campane

Patto Di Fratellanza tra La Pontificia Fonderia di Campane “ Marinelli “ e “ La Federazione Italiana Suonatori di Campane”In Agnone, presso la Fonderia Pontificia “ MARINELLI “ il 17 luglio alle ore 11,00 si è vissuti un momento che entrerà nella storia del Molise.

La tradizione campanara Italiana e più di specie, quella Veneta, e la tradizione Mondiale, tutta Molisana, della fusione delle Campane, si sono “ fuse “ in un Patto di Fratellanza .

Nella sede artigiana della Fonderia Marinelli , il 17 luglio a partire dalle ore 11,00 la presidente della Federazione Italiana Suonatori di Campane ,, la sig.ra Eles BELFONTALI, ha incontrato la famiglia MARINELLI, alla presenza delle Istituzioni locali, era presente la vice Sindaca Linda, MARCOVECCHIO, provinciali e Regionali, presente il Presidente del Consiglio Regionale Vincenzo COTUGNO, dopo la visita di rito alla Fonderia, si è sottoscritti un patto di Fratellanza, affinché , le due straordinarie realtà possano continuare a tramandare, dall’una e dall’altra parte, la tradizione delle campane, sia nella realizzazione che nella tradizionale suonata manuale.

La Federazione Suonatori di Campane, presente nelle province di Verona, Vicenza, Padova e Brescia, più di specie ma, in tutta Italia, è l’Organizzazione più numerosa a livello InterNazionale, con la passione delle Campane.

Corde, braccia, mani, cuore per svolgere un’arte di origini antichissime, che rientra nell’arte sacra. Oltre a scandire il passare del tempo, i rintocchi delle campane corrispondono ancora oggi a precisi significati.

E questi, i significati, che si vogliono imprimere , con il patto di fratellanza che ha visto coinvolto il Club dei Borghi d’Eccellenza che ha coordinato l’incontro e proposto il Patto.

Un patto, non solo simbolico ma, che mira ad una collaborazione più stretta, tanto da poter intendere portar proprio in Molise ed in quel di Agnone, il raduno di suonatori di campane Italiani e non solo.

La vicinanza della Presidenza del Consiglio Regionale e della regione Molise , delle istituzioni locali e non solo , ci fa ben sperare.

L’arte, la cultura, il rispetto delle tradizioni e, l’apporto giusto di ogni singolo elemento partecipativo, rende il Molise una terrà piena di risorse e, sicuramente vincente.

Il tour Molisano della presidente Eles Belfontali è iniziato il 16 luglio da Sepino dove il 9 gennaio si tiene la scampanata più lunga d’Italia. Il ritenere consapevolmente che essere nella e della partita, proprio allo scopo di dar un esempio di rete , di sintonia e partecipazione a progetti che mirano solo al bene collettivo , per un Molise che deve assolutamente proporsi al di fuori degli schemi convenzionali è alquanto gratificante e, finalmente la politica di chi davvero sente il dovere di essere vicino a queste manifestazioni, va plaudita.

La giornata, intensa, ha visto momenti di commozione , sinceri e partecipati, nel ricordo di chi come i gruppi folklorici, quale il gruppo di Agnone che ha stratosfericamente allietata la giornata, di Francesco Scarselli, piccolo Campione del Mondo di Organetto, investono in cultura dandosi indefessamente per un Molise che a volte dormiente ma, che quando si mette in gioco da sempre il meglio e stupisce gli ospiti.

Infatti, sia la Presidente della Fondazione Italiana suonatori di Campane che il suo accompagnatore, il famoso pubblicista Maurizio Giordano, hanno espresso parole di incredibile apprezzamento per una regione poco conosciuta ma straordinariamente accogliente e Bella.

Parole di grande apprezzamento e di sentita partecipazione , da parte del Presidente Cotugno . Dette con il cuore e con un velo di commozione sono arrivate direttamente al cuore dei presenti tanto che, sollecitato dal coordinatore dei Borghi, Maurizio Varriano, ha inteso proporre una legge regionale a tutela delle tradizioni popolari del Molise.

patto-di-fratellanza-campane

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.