Home / Cultura / Paoura

Paoura

Poesia di Antonia Anna Pinna
in dialetto di Villalago (AQ) con traduzione

Paoura

Ne n’avè paoura de la notte
Iessa te amejeca j te prutegge
j tannasconne da cheje te vole cemendà.

Ne n’avè paoura de la louce ca è la vejeta stessa
te renfranga j te endra alle core.

Ne n’avè paoura de le mare da loche si nate
J te m’bara a esse prefunne.

Ne n’avè paoura de la terra iessa è mammeta
te da a magnà j t’ammanda.

E’ avè paoura solamnde de teje e de queje cummà teje
ne lassà le fianghe scupierte
ca t’affunnane le mane
alla prejema paoura

Paura

Non temere la notte
essa ti è amica, ti protegge
e nasconde da sguardi indiscreti.Non temere la luce che è la vita stessa
ti rinfranca e ti entra nel cuore.

Non temere il mare da lì sei nato
e ti insegna ad essere profondo.

Non temere la terra essa ti è madre,
ti nutre e ti copre.

Temi solo te stesso e i tuoi simili
non lasciare il fianco scoperto,
affonderanno le mani
alla prima incertezza.

Copyright: Altosannio Magazine
EditingEnzo C. Delli Quadri

About Antonia Anna Pinna

Antonia Anna Pinna, Abruzzese di Villalago (AQ), lavora in Banca d’Italia. Ama la scrittura e, in particolare, la poesia che nasce dal suo profondo amore per ogni forma di vita, dal suo essere donna, madre e moglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.