Home / Cultura / Cultura Popolare / Canzoni e Filastrocche / Lungo i sentieri di Leondina – Oh che fresca funtanella

Lungo i sentieri di Leondina – Oh che fresca funtanella

A noi è stata segnalata da Paola Arduino e recuperata, nella sua forma originaria in tutta la sua bellezza, da Leondina Crispi [1]. E’ la parodia in dialetto alfedenese della canzone abruzzese “Tutte fresche funtanelle” di Guido Albanese. Fu scritta dall’ ing. Lombardozzi di Alfedena, nei primi anni del ‘900.

Oh che fresca funtanella ….-

oh che fresca funtanella, l’acqua è bella,
è ‘na vena de cristalle scend’a valle,
tra uagliune e tra figliole,
schizz’ e cante n’faccia a’ sole,
o che fresca funtanella, l’acqua è bella.

C’è ‘na fonte che si chiama La Vittoria,
ce n’è un’altra che si chiama Font’ Recuna,
dalla Valle arr’ Marteglie,
dalle Prat’ a Campeteglie
o che fresca funtanella, l’acqua è bella.

Tutta l’acqua che arriva arru paese
se la piglian’ la piazza e la Pescara,
dalla Chiesa arre Casil’
fin’all’ulteme fienile,
derru scium’ é propria chella, l’acqua è bella.

Quande vann’ a piglia l’acqua alla funtana,
tutte belle le vaglione d’Alfedena,
conca d’ore e cuor che canta,
e un sorriso che t’incanta..
e la vonna trettecarella[2] l’acqua è bella.

Quande passa ru cafone ce s’apposa
e ce scrocca ‘na cantata e ‘na bevuta,
e nen sente chiù l’arsura
derru sole a mezzejurne,
o che fresca funtanella, l’acqua è bella.

Quand’è notte e ru ciel’é chien de stelle,
ce s’affaccia ru faccion’ della luna,
ce se fa na resatella scià bendetta quand’è bella…

Rio Torto

Oh che fresca fontanella, l’acqua è bella, è una vena di cristallo, scende a valle, tra ragazze e ragazzi, schizza e canta di fronte al sole. Oh che fresca fontanella, l’acqua è bella.

C’è una fonte che si chiama La Vittoria, ce n’è un’altra che si chiama Fonte Recuna, dalla valle a Marteglie, dai prati a Campeteglie, oh che fresca fontanella, l’acqua è bella.

Tutta l’acqua che arriva al paese, se la prendono la piazza e la Pescara, dalla Chiesa al Casil’, fino all’ultimo fienile, del fiume è proprio bella, l’acqua bella.

Quando vanno a prendere l’acqua alla fontana, tutte le bel ragazze di Alfedena, conca d’oro e cuore che canta, e un sorriso che ti incanta, e la vogliono trettecarella [2], l’acqua è bella.

Quando passa il contadino ci si riposa, e scrocca una cantata e una bevuta, e non sente più l’arsura, del sole a mezzogiorno, oh che fresca fontanella, l’acqua è bella.

Quando è notte e il cielo è pieno di stelle, ci si affaccia il faccione della luna, ci si fa una risata, sia benedetta, quant’è bella

_________________________

[1] Leondina Crispi è nata ad Alfedena nel 196. È stata insignita del Premio Antonio De Nino dal Comune di Pratola Peligna nel 1998, come ricercatrice delle tradizioni popolari.  È responsabile della Biblioteca Comunale di Alfedena e Responsabile Amministrativo del Museo Civico Aufidenate Antonio De Nino di Alfedena, che ha riaperto i battenti nel 1997, in occasione del centenario.

[2]”vonna trettecarella” si riferisce al modo di vestire delle ragazze alfedenesi, cioè la gonna plissettata, che con la conca in testa, andando a prender l’aqua, faceva muovere la gonna….e quindi “trettecare” e dunque trettecarella…

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.