Home / Cultura / Cultura Popolare / Ne iurne – Un Giorno

Ne iurne – Un Giorno

Tiberio La Rocca 

Con questa poesia e l’altra “ACCA E DULORE”, il nostro Tiberio La Rocca ha vinto il primo premio al “Concorso Letterario Giovanni Gronchi” del 2016 [1], organizzato dall’Associazione Culturale Identità di Pontedera (PI).

nostalgia

NE IUORNE

Le sole che esce,
na vita che nasce
n’andra vita fenisce,
ne sciore che cresce.

Na iuta lendane,
na lacrema amara
na terra ze lassa,
n’andra terra ze trova.

Le ciele e le stelle,
la notte ch’arriva
ne vuosce, l’amore,
e le iuorne è fenute. 

UN GIORNO

Il sole che sorge,
una vita che nasce
un’altra vita finisce,
un fiore che cresce.

Un viaggio lontano,
una lacrima amara
una terra si lascia,
un’altra terra si trova.

Il cielo e le stelle,
la notte che arriva
un bacio, l’amore,
ed il giorno è terminato.


[1] 14724439_10209185918778379_2722751765836958819_n

Copyright  Altosannio Magazine
EditingEnzo C. Delli Quadri 

About Tiberio La Rocca

Tiberio La Rocca, Molisano di Poggio Sannita (IS), coltiva da sempre la passione per la poesia e in particolare per il dialetto di origine; ha pubblicato molte raccolte di poesie, con le quali ha ottenuto riconoscimenti e premi.

3 commenti

  1. Manca la parola PIANTO in questa dolce e sensibile poesia…Quello che a me ha fatto scaturire dall’anima.

  2. NO, PER L’EMOZIONE SUSCITATA NON HO VISTO BENE …MA C’è, C’è ANCHE UNA LACRIMA …E non poteva essere altrimenti!

  3. Penso che molti si riconosceranno “nel ciclo della vita” descritto dal poeta con grande conoscenza delle cose umane. Nella poesia l’autore ha colto tutti i punti salienti dell’esistenza, basandosi sulle sue conoscenze e sulle sue esperienze di vita intensamente vissuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.