Natale d’Abruzzo – Poesia

0
1281

di Duilio Martino [1]

Natale d’Abruzzo

Storditi dal fragore e luci i sensi
lustrate le vetrine affascinanti

dei centri storici addobbati e densi
di sogni denudati degli incanti.

Tra le magnifiche alchimie esposte
e gli innumerevoli lustrati inganni
natività non scorgo più composte.

Solo un grosso babbo canuto
che fradicio s’affanna
posando lì muto
a stipar desideri degli ingordi
che speranzosi della nuova manna
già sbavano… sordi.

E volgo al sogno d’altura
sulle cime innevate …le care farchie.

Nel chiaror di quel fuoco e delle stelle
le antiche tradizioni immacolate…
calore… vin cannella…ferratelle …
carezze dai miei monti regalate.

 

______________________________________
[1] Duilio MartinoAbruzzese di Fraine (CH), ha sempre coltivato la passione per la sua terra di origine e per l’arte, in primis la poesia, alla quale ha dedicato una fetta importante della sua vita.

Copyright  Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.