Monteferrante

Montefferrante copia 2

Comune della  Provincia  di  Chieti  in  Abruzzo .  Negli anni la sua popolazione è scesa, da  un massimo di 1.010 abitanti,  agli attuali 140.


Dati amministrativi

Regione     Abruzzo
Provincia     Chieti
Sindaco     Patrizia D’Ottavio (lista civica Per Monteferrante) dal 08/06/2009

Territorio
Altitudine     850 m s.l.m.
Superficie     15 km²
Abitanti     140 (31-12-2010)
Densità     9,33 ab./km²
Comuni confinanti     Castiglione Messer Marino, Colledimezzo, Montazzoli, Pietraferrazzana, Roio del Sangro, Villa Santa Maria

Altre informazioni
Nome abitanti     monteferrantesi
Patrono     san Giovanni Battista
Giorno festivo     24 giugno

 

Cenni storici
Le prime notizie risalgono al XII secolo come proprietà di Robertus de Monteferrante, feudatario di Symon conte di Sangro. Nella Generalis Subventio degli angioini risalente al 1320 il valore del paese ammontava a 5 once e 4 tari. Nel XIV secolo viene menzionato per le decime dovute alle chiese: S. Johannis, s. Petri e S. Leucite in Monteferrante.
Dal XV secolo fino all’eversione dei feudi fu feudo dei Caracciolo.
Di seguito, la cronologia dei mutamenti del nome del paese:
1150 Munt’frand
1279 Mons Ferrantus
1320 Mons Ferrandus
1436 Monte Fernando
1447 Mons Ferrante
1481 Mon Ferrans
1600-1700 Mons Ferdinandus
Attuale Monteferrante.
La prima parte del nome, “monte”, è dovuta alla posizione geografica del paese, dato che è abbarbicato su un monte.
La seconda è soggetta a discussioni:  c’è chi vuole far discendere da Ferrante I d’Aragona o da Ferdinando d’Aragona (vedi cronologia del nome del paese sopra). Alcuni testi, invece, vogliono far derivare il nome addirittura da  Ferrante Caracciolo, uno dei feudatari del paese; altri ancora vogliono far derivare la seconda parte del nome del paese alla “ferrea” fortificazione del paese, anche se, di fortificazioni attualmente, nel piccolo paese abruzzese, ne rimangono solamente poche tracce sparse nel centro storico.

Monumenti e luoghi d’interesse
La chiesa di San Giovanni Battista Decollato sita nel centro storico. È stata rimaneggiata più volte a partire dal XVII secolo. La prima citazione risale al Rationes decimarum Italiae. La forma attuale è dovuta al restauro del 1927. Gli interni sono barocchi.  Elementi principali della chiesa sono: un portale e  un campanile su pianta quadrata.
I ruderi del castello fatto erigere dala famiglia di Sangro, sito nella parte alta del paese.
Le mura, di cui resta una porta presso la suddetta chiesa ed un rimasuglio di fortificazione nel centro storico. I resti delle mura che si trovano presso la Chiesa di San Giovanni Battista, sono costituiti da una piccola porta urbica con una fornice ad arco a tutto sesto e di un breve tratto della cinta muraria. Le mura sono realizzate in tecnica irregolare mediante pietre sbozzate.
Al centro della piazza principale vi è una fontana monumentale di acqua minerale di libero accesso. Dalla fontana sgorga acqua oligominerale utilizzata per la calcolosi renale e per le diete povere di sodio.
Nei pressi, in un bosco di cerri, faggi e abeti vi è la chiesa di Santa Maria del Monte.

Feste ed eventi principali
19 marzo “Le tavole di San Giuseppe” e la rievocazione della “Sacra Famiglia”.
Agosto Agosto Monteferrantese.
28 agosto Sant’Antonio.
29 agosto San Giovanni Battista (festa patronale).
30 agosto San Rocco.

Le Tavole di San Giuseppe
La sera del 18 marzo le famiglie che intendono assolvere un voto o una devozione imbandiscono una tavola nella propria casa e la mettono a disposizione di parenti e altri ospiti. I cibi vengono consumati in piedi recitando litanie liturgiche cristiane. Vengono fatti avvicinare ai tavoli anche i bambini.

Fonte: Wikipedia

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.