Home / Cronaca / Attualità / Economia e Politica / Politica / Molise : Autonomia si, Autonomia no!

Molise : Autonomia si, Autonomia no!

Riceviamo e pubblichiamo

Macroregione Marche Abruzzo Molise
Macroregione Marche Abruzzo Molise

A tutti farebbe piacere essere autonomi (da che poi………!) però bisogna essere consapevoli che è ineludibile e necessario che si metta mano all’ Ordinamento regionale. 

E’ difficile tenere sotto controllo e ridurre la spesa pubblica se non si continua, dopo le province, a rivedere con efficacia il sistema regionale che sicuramente è stata la causa principale di una gestione finanziaria pubblica non sempre parsimoniosa .

E’ inutile, quindi, girarci intorno: le macro regioni sono necessarie!  Al convegno, che si è tenuto pochi giorni fa a Campobasso e che si riteneva così importante dagli organizzatori (Provincia di Campobasso e Guerriero Sannita), non era presente nemmeno un semplice cittadino, al quale, in queste condizioni, dell’ autonomia amministrativa ( e non parlo della identità di un popolo) non gliene frega proprio niente!!!

E’ meglio attrezzarsi per scegliersi un futuro diverso, altrimenti saranno altri a scegliere dove e come collocare il Molise.

Il Molise poteva essere una piccola Svizzera e non si è stati in grado di farlo e credo che tutti i soggetti politici, sindacali, imprenditoriali, istituzionali, mi ci metto anch’io, chi per un verso chi per un altro, non hanno saputo compiutamente utilizzare l’intempestivo distacco dall’ Abruzzo e quindi la propria autonomia.

Ormai, ripeto, è ineludibile una riforma dell’ ordinamento regionale e l’ istituzione di macro regioni che possano competere con i nuovi e futuri scenari nazionali, europei e mondiali.

Può anche dispiacere a qualcuno, ma la strada ormai è segnata e, credo, che possa essere anche salutare per noi cittadini.

Iniziare con la proposta del Governatore D’ Alfonso mi sembra un primo passo importante (per il momento è la cosa più semplice e fattibile con accordi di programma o altri strumenti che non richiedono percorsi costituzionali) per poi finire con la macro regione ( abruzzo-molise- marche e se necessario umbria e lazio).

Io credo che con una buona riorganizzazione che parta dalle esigenze primarie dei cittadini, il Molise – senza perdere la sua identità- avrà sicuramente prospettive migliori dell’ attuali.

Voglio chiarire che su questo tema del riordino delle autonomie locali e dell’ ordinamento regionale, con l’ istituzione delle macro regioni, sto scrivendo da anni ed all’ uopo faccio presente che ho sempre sposato ed aderito alle posizioni di “Almosava-Altosannio” e “Majella Madre per l’ Unità dell’ Abruzzo-Molise”, Associazioni , con migliaia di sostenitori , che da anni si battono per un sistema di riaggregazione territoriale, principalmente con l’ Abruzzo.

Albino Iacovone, ex Sindaco

 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

2 commenti

  1. DESIDERO RIMARCARE ,L’ERRORE CLAMOROSO N ELLA SEPARAZIONE DEL MOLISE DALL’ABRUZZO ,IO SONO UN PICCOLO ARTIGIANO ELETTROTECNICO HO’ RISTRUTTURATO PALAZZO SAN FRANCESCO DI AGNONE
    UNA BELLISSIMA CITTADINA ROVINATA DALLA MIOPIA POLITICA.

  2. DESIDERO RIMARCARE ,L’ERRORE CLAMOROSO N ELLA SEPARAZIONE DEL MOLISE DALL’ABRUZZO ,IO SONO UN PICCOLO ARTIGIANO ELETTROTECNICO HO’ RISTRUTTURATO PALAZZO SAN FRANCESCO DI AGNONE
    UNA BELLISSIMA CITTADINA ROVINATA DALLA MIOPIA POLITICA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.