Home / Cultura / Cultura Popolare / La Madonna dei Baroni e la Processione del Venerdì Santo a San Pietro Avellana

La Madonna dei Baroni e la Processione del Venerdì Santo a San Pietro Avellana

 

San P Avellana Processione Ven Santo 1

Il venerdì Santo, la tradizione vuole una originalissima manifestazione: vengono formate due processioni che partono entrambe dalla Chiesa Madre: Parte prima la processione con la statua di Gesù Morto, che va fino alla Vigna Di Leo (fine del paese, in direzione dello scalo ferroviario); la processione con la statua della Madonna Addolorata parte più tardi, e va dalla parte opposta, fino alla fine del paese, nella direzione di Castel Di Sangro; ma il percorso è molto più breve. Si incontrano in piazza. E’ un momento molto commovente. Il coro che canta, riprende invece una stazione della Via Crucis: l’incontro della Madonna col Figlio, lungo la via del Calvario. Dice: ” Sento l’amaro pianto della dolente Madre, che gira fra le squadre, in traccia del Suo Ben. Sento l’amato Figlio, che dice:- Madre, Addio! Più fier del dolor Mio, il Tuo mi passa il sen!…-Alle finestre delle case, che vedono il passaggio delle processioni, vengono accesi dei lumi.

Foto di qualche tempo fa

San P Avellana Processione Ven Santo 2

San P Avellana Processione Ven Santo 6

Foto 2014

San P Avellana Processione Ven Santo 8

San P Avellana Processione Ven Santo 7

San P Avellana Processione Ven Santo 9

*****

La tradizione vuole, poi, che Il venerdì, prima del venerdì santo, la madonna addolorata dei Baroni venga  portata a spalla, in processione, dalle ragazze che dovrebbero sposarsi nell’anno. La festa della Madonna dei Baroni fu istituita dalla Baronessa D’Alena, per adempiere a una promessa, per aver ricevuto una grossa grazia chiesta all’Addolorata, di cui era devota.. Al termine della processione, l’ ultimo erede dei baroni offre una tazza di cioccolata.

A cura di Maria Teresa Di Lorenzo
(Museo di San Pietro Avellanahttps://www.facebook.com/groups/126277810895253/)

 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.