Home / Cultura / Cultura Popolare / Mə sci sctətùatə ovvero Ossessione d’amore

Mə sci sctətùatə ovvero Ossessione d’amore

Scritta da  Cuviell,  pseudonimo di anonimo altosannita

Ossessione-damore-1-300x165

Mə sci sctətùatə
(ovvero Ossessione d’amore)

T’arsognə, quandə vaivə,
‘ngióima all’acqua də la fondə.
Chiudə l’uocchiə
e affonnə le mìanə

Mi hai spento
(ovvero Ossessione d’amore) 

Ti sogno, quando  bevo,
riflessa sull’acqua della fonte.
Chiudo gli occhi
e affondo le mani

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

3 commenti

  1. Antonia Anna Pinna

    Che bello cominciare la giornata con questi versi, grazie Cuviell’ si tropp biell.

  2. All’anima che si dichiara affranta dalla quale sono sgorgati questi splendidi versi consiglio, paternamente, di fare affidamento sulle verità millenarie trasmesseci da Is 49,15 e da Ger 31, 3b.
    Ciò detto, mi rammarico perché la persona cui questa anima appartiene ( e che io credo di avere individuato) non è conosciuta dallo scrittore italiano che, quest’anno, ha attuato l’idea di far scrivere a 104 tra poeti e poetesse di tutte le regioni altrettante poesie aventi come tema il luogo dell’Italia a loro più caro.
    Questa persona, infatti ha dato prova di avere ricevuto i doni naturali (tecnica poetica moderna, in primis) che le avrebbero consentito di rappresentare la terra altosannita almeno allo stesso livello dei cinque autori che, nella antologia curata dallo scrittore anzidetto (Camillo Langone), figurano come “abruzzesi” o “molisani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.