Home / Cultura / Turismo in Altosannio / Itinerari / A Piedi / A spasso con Isa sul Monte Meta

A spasso con Isa sul Monte Meta

Trattasi di itinerario del 16 marzo 2014 nel territorio dell’ Altosannio che Isabella Pannunzio[1] (Isa per gli amici) percorre appassionatamente. Ne coglie gli aspetti più interessanti e, con piacere, ce li fa conoscere con le sue foto[2].

2 Forcellone ci aspettano!
2 Forcellone ci aspettano!

MONTE META, 2.242 M.

I Monti della Meta sono una piccola catena montuosa nella zona al confine tra Lazio, Abruzzo e Molise e comprende i comuni di Alfedena (AQ), Picinisco (FR) e Pizzone (IS). Alle sue falde si trova il Passo dei Monaci,1.981 m. Il nome della catena ha origine dalla bellissima e imponente cima, il monte Meta. Oltre al monte Meta, le cime più alte dei monti della Meta sono, il Monte Petroso 2.247 m, il Monte Cavallo 2.039 m e il Monte Mare 2.020 m.

1 La Meta oggi è la metta di tutti...
1 La Meta oggi è la metta di tutti…
2 C'è chi scende con gli sci
2 C’è chi scende con gli sci
2 Forcellone ci aspettano!
2 Forcellone ci aspettano!
3 Cornicioni di neve
3 Cornicioni di neve
4 E sotto c'è lui...
4 E sotto c’è lui…
5 che sale con il solo aiuto delle sue forze, del suo intuito, della sua volontà...
5 che sale con il solo aiuto delle sue forze, del suo intuito, della sua volontà…
6 lo guardo ammirata
6 lo guardo ammirata
8 ...ma c'è chi non ha bisogno di corde
8 …ma c’è chi non ha bisogno di corde
le foto sono state scattate da Isa il 16 marzo 2014

 

_____________________
[1] Isa, Molisana di Agnone (IS), laureata in Scienze Naturali, si occupa di Educazione  e Consulenza Ambientali nonché di Percorsi Naturalistici.
[2] pan.isa@libero.it; madrenatura.societacooperativa@facebook.com; www.madrenaturacoop.it

editing: Enzo C. Delli Quadri

 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Un commento

  1. luciano pellegrini

    brava, in inverno è impegnativo. belle le foto.

Rispondi a luciano pellegrini Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.