Home / Cultura / Cultura Popolare / LL’ordine – Sonetto di Gustavo Tempesta Petresine

LL’ordine – Sonetto di Gustavo Tempesta Petresine

Nota di Enzo C. Delli Quadri. Sembra che la parola REGALO derivi da una antica espressione spagnola che indica il dono che viene fatto al re (mentre quello che il re elargisce si chiama regalìa). E capirete che questo è strano. Perché mai dobbiamo fare un dono al re, ad uno, cioè, che non ha bisogno di quello che possiamo dargli noi?  La cosa si spiega sapendo che il dono al Re esprime la contentezza o la furbizia di chi fa il dono, contentezza perché ci si sente gratificati nel fare un gesto ad una persona stimata o amata, furbizia perché ci si aspetta una regalìa, in termini di concessioni o benedizioni o di ritorno di immagine. A parte ci si può chiedere: ma il dono è di proprietà privata o fa parte del patrimonio collettivo? La regalìa sarà per uno o per tutti?
Comunque la si metta, regalìa non ha il sapore di un giusto corrispettivo per un valore da alcuni considerato inalienabile.

LL’Ordine – Sonetto “trilussiano” di Gustato Tempesta Petresine

Quanno che ‘r papa disse ar cardinale:
Va ner giardino ‘mmezzo all’appennino
A prenneme l’abbete più papale.
E vedi da tornamme cor bottino!

Lo vojo fa colonna der Bernini
E riempillo de palle e cuccumelle
Che sia guardato da tutti li romani
De Ripa, der Quadraro e Centocelle!

Me lo faccio portà da i paesani
Devo da benedillo tutto quanto
Devo da accarezzà puro li cani
Ai visto mai che me faranno zanto!

Sua crucca zantità, tu c’hai er potere
Che poi fa ‘n nodo a ‘n friccico de luna
Ma‘sto rigalo che te fanno a bbuffo
Nun ce farà tornà gloria nisuna!

About Gustavo Tempesta Petresine

Gustavo Tempesta Petresine, Molisano di Pescopennataro (IS), si definisce “ignorante congenito, allievo di Socrate e Paperino”. Ama la prosa e la poesia, cui dedica molto del suo tempo, con risultati eccezionali, considerati i premi conseguiti e la stima di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.