Home / Cultura / Turismo in Altosannio / Itinerari / A Piedi / Le Gole del Sagittario

Le Gole del Sagittario

A cura di Enzo C. Delli Quadri

C’è un luogo, che eroso dalle acque del fiume Sagittario, è diventato uno spazio fantastico: Un profondo canyon tra rupi calcaree scavato dal fiume, un canyon spettacolare che si incunea in una natura meravigliosa, incontaminata che si estende per 400 ettari nel territorio di Anversa degli Abruzzi, un piccolo centro in provincia de l’Aquila. Il luogo è stato dichiarato nel 1991 Riserva Naturale Regionale Oasi WWF Gole del Sagittario per la fauna e la flora che vivono nel territorio.

Una scheda tecnica del WWF riporta: In inverno è facile osservare sulle rocce o, addirittura, sulle mura dei principali monumenti del centro abitato, il Picchio muraiolo (Tichodroma muraria), simbolo della Riserva. Simbolo delle Gole è senz’altro anche il Fiordaliso del Sagittario (Centaurea scannensis), endemismo puntiforme e quindi specie presente, in tutto il globo, solo in quest’area. Altre piante rare ed endemiche dell’Appennino centrale sono l’Aubretia columnae e la Campanula fragilis subsp. cavolinii. Interessante una stazione di Efedra dei Nebrodi.

Escher: da Anversa degli Abruzzi a Castrovalva

Il sito Zingarate consiglia, per godere di queste Gole, il percorso geologico n. 18, percorso ad anello di circa 7.5 km, ben segnalato, non particolarmente faticoso che richiede circa un’ora e mezza di cammino. Si parte dalle sorgenti del Cavuto, da lì si costeggia il fiume che scorre tra profondi canyon, e si attraversano boschi, ponti, grotte e si gode della vista di stupende cascate. Dopo un tratto di bosco di querce, il sentiero giunge su una strada asfaltata: seguendo le indicazioni, per riprendere il sentiero segnato, si giunge fino a Castrovalva, frazione di Anversa degli Abruzzi.  Una volta giunti sul posto, si può ammirare il borgo che fu rappresentato da Escher (famosissimo incisore e grafico olandese) in una litografia del 1929. Un altro sentiero, un po’ più impegnativo (4 ore circa di cammino), vi farà percorrere il fantastico mondo delle Gole del Sagittario: parte da  ad Anversa degli Abruzzi e conduce a Villalago, sul Lago di Scanno (AQ).

Riserva Naturale Regionale Oasi WWF Gole del Sagittario si trova a circa un’ora da Roma.


Copyright: Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.