Home / Cronaca / Attualità / L’amico cervone …. in incognito.

L’amico cervone …. in incognito.

di Marisa Gallo [1]

senza-titolo1

Passano gli anni, cambiano le situazioni, ma di generazione in generazione esse talvolta si ripetono, rinnovellandosi. Ebbene a Roccamorice arriva serena e attesa mia nipote per trascorrere qualche ora in relax nella nostra casetta di montagna.

Da poco è passato mezzogiorno: una nuvolaglia si approssima velocemente dal mare verso la montagna; sempre più scuro il cielo durante il viaggio pur breve da Pescara.

All’arrivo sulla salita che fuori dal paese porta alla RISELLA luogo isolato, sul punto più alto del colle già la pioggia comincia a scendere copiosa e torrentizia; un temporale quasi estivo, giacché siamo a maggio inoltrato … Senza esitare mia nipote lascia l’auto sotto l’amareno in fiore ed entra in casa veloce, per non bagnarsi troppo. L’attende il padre che trascorre spesso in montagna il suo tempo e che ha preparato qualche leccornia vegetariana con verdure miste e/o grigliate e del pesce sicuramente a lei gradito; buono come lui sa prepararlo, cioè con AMORE per la cucina in genere, ma soprattutto con AMORE per la figlia, che va volentieri su in montagna, anche con qualche amica, come oggi e anzi spesso con più amici.

Il profumo delle vivande piacevole, tavola apparecchiata e CIC-CIN l’aperitivo è d’obbligo. A TAVOLA!

Fuori?! FUORI piove forte, ma son tutti tranquilli: finestre chiuse, il tholos anche è stato chiuso in fretta, la pioggia rinverdirà il prato ancora di più e l’acqua riempie la vasca ai piedi della MAIELLETTA , la bella scultura in pietra, dove una rana gracida di tanto in tanto…Lei si crogiola con questo tempo e forse i suoi richiami per una compagnia saranno esauditi presto…si sa che rane e rospi AMANO LA PIOGGIA ed allora escono a cercarsi.

Due ore passano in fretta: il pranzo, il caffè, due chiacchiere, qualche chiarimento fra padre e figlia… Anche il tempo si è rabbonito, scomparsa la nuvolaglia e all’orizzonte il profilo limpido della Maiella,con le sue cime solo ancora un po’ innevate, torna a dare speranza che il brutto tempo è un ricordo .

Si salutano “bacio,Pa’ “bacio, SE” e via…

In macchina piano, calma, tranquilla …come sempre, mia nipote sale e riparte diretta alla volta di Pescara, ignara dell’inaspettato personaggio, SALITO A BORDO ALLA CHETICHELLA, SENZA CHIEDER ESPRESSAMENTE UN PASSAGGIO, SENZA DOMANDARSI DI ESSERE O MENO GRADITO. Forse avendo trovato sprangato l’uscio del tholos e con la pioggia battente, infreddolito ed inesperto non ha trovato di meglio che infilarsi nella macchina calda al tepore e aspettare che spiovesse…

Ormai asciugato si sta chiedendo:- Dove sono diretto!?!? – IN CITTA !?!?

Saranno attratti i cittadini dalla mia livrea a strisce marrone chiaro e scuro? Mi rifuggiranno ? hanno dimenticato che in maggio anche Carducci scriveva “Maggio risveglia i nidi /maggio risveglia i cuori /porta le ortiche e i fiori/i SERPI e gli usignol”?… E già perché l’incognito passeggero altro non è che un CERVONE, UN BEL CERVONE INFREDDOLITO, CHE ATTRATTO DAL CALORE DELLA MACCHINA APPENA MIA NIPOTE è ARRIVATA SUL POSTO è SCIVOLATO LETTERALMENTE DENTRO IL FANALE …DELLA PANDA, SI è CONTORTO, RAGGOMITOLANDOSI IL Più POSSIBILE, PER NON DISTURBARE, PER NON CADERE X STRADA, PER NON ESSERE INVADENTE…

senza-titolo2A Pescara mia nipote scende e con lei gli amici, ma uno di essi involontariamente buttando un occhio al fanale nota qualcosa di strano …”-NO, NON PUO’ESSERE! Sarà del fango incrostato nel fanale: la pioggia, qualche pozzanghera un po‘ di terra! Ma la terra non luccica e quella “COSA “ NEL FANALE è LUCENTE E COLORATA, SEMBRA QUASI MUOVERSI IMPERCETTIBILMENTE!

senza-titolo3Altro che fango …l’intruso passeggero, senza colpo ferire ora si è leggermente mosso! …Mia nipote, avvisata dagli amici, guarda,verifica, CONNETTE e… “ODDIO UN SERPENTE, UN SERPENTE, UN SERPENTE NELLA MIA MACCHINA !…Solo questo ripete poi, con un certo terrore e con insistenza, ai VIGILI DEL FUOCO dove si reca per essere liberata dello strano amico . La meraviglia dapprima e la professionalità dei vigili nell’estrarre il cervone dal fanale sono evidenti dalle foto e non c’è bisogno di molte parole…

senza-titolo4Caro strano amico CERVONE, hai fatto un viaggio in incognito dalla montagna in città, ma non ti conviene rimanere qui…la città è più caotica, più inquinata, più estranea ai tuoi gusti ! PUR SE QUALCUNO UN PO’ STRAVAGANTE ALLEVA IN CASA AMICI COME TE! Così i vigili ora ti riporteranno nel tuo ambiente, fra le siepi di ginestre fiorite, sulla montagna di Roccamorice, dove potrai correre e /o trovare la tua giusta dimensione naturale e la giusta compagnia. E se ti dovesse colpire un improvviso temporale non sbagliare tana: sotto un grosso macigno, non dentro il fanale della panda di una cara e dolce ragazza che non ha avuto il tempo di prendere con te dimestichezza, confidenza. Non ti ha visto mai da vicino e pur se sei innocuo la tua lunghezza e la tua sinuosità le mettono qualche imbarazzo!

Mentre oltre 50 anni fa la sua nonna- ALLORA GIOVANE VENTENNE MAESTRINA RURALE in una campagna di una altro paese molisano:Montefalcone nel Sannio, vedeva un altro cervone, SIMILE A TE, per la sua giornaliera consuetudine di arrotolarsi al sole di maggio, per una “viarella”, sempre su una medesima ginestra fiorita, ed erano riusciti a stringere un patto di silenziosa amicizia.


[1] Marisa Gallo, molisana di Montefalcone nel Sannio, insegnante, amante e cultrice della Poesia, più per hobby che per professione, impegnata a restare al passo dei tempi, ma con animo caldo, non sclerotizzato dai media aggressivi.

Copyright  Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

 

About Marisa Gallo

Marisa Gallo, molisana di Montefalcone nel Sannio, insegnante, amante e cultrice della Poesia, più per hobby che per professione, impegnata a restare al passo dei tempi, ma con animo caldo, non sclerotizzato dai media aggressivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.