Home / Cultura / Cultura Popolare / Lacrima il cielo sui borghi d’Abruzzo

Lacrima il cielo sui borghi d’Abruzzo

di Duilio Martino[1]

1 (2)

Lacrima il cielo sui borghi d’Abruzzo

Vanesie case sui dirupi
abbrunate dal tempo speso a indignarsi
e dall’intenso fumo dei camini…
stille del cielo i coppi
come gocce di sangue colate tra sassi
dal crepuscolo
sul dorso delle austere colline…

grumi di sogni dentro l’anima mia
come cippi miliari
ovunque posti a rammentarmi
– benché io sappia –
quel che rimane da peregrinare

sarebbe certo più facile odiarla
questa spinosa terra mia
– non è follia –
e piuttosto che amarla
nella bruma d’autunno dare le spalle
senza penare rivoltando zolle
avido di grani d’oblio

or che pensieri
come viscide serpi
cercano varchi sugli antichi muri
i ricordi cingono d’assedio la mente
riesumando gli estinti ieri…
ingoio gli attimi… non mollo e spero
affannandomi a luna spenta
nella nebbia che densa offusca il futuro

 

__________________________
[1] Duilio Martino, Abruzzese di Fraine (CH), ha sempre coltivato la passione per la sua terra di origine e per l’arte, in primis la poesia, alla quale ha dedicato una fetta importante della sua vita.

Editing: Enzo C. Delli Quadri
Copyright Altosannio Magazine 

 

About Duilio Martino

Duilio Martino, Abruzzese di Fraine (CH), ha sempre coltivato la passione per la sua terra di origine e per l’arte, in primis la poesia, alla quale ha dedicato una fetta importante della sua vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.