Home / Cultura / Cultura Popolare / La Transiberiana d’Italia ovvero la Ferrovia Almosaviana non morirà

La Transiberiana d’Italia ovvero la Ferrovia Almosaviana non morirà

 

 

0+000 Sulmona 348 m s.l.m. –   2+960 Sulmona-Introdacqua 411 m s.l.m. – 7+560 Vallelarga   503 m s.l.m.  -13+070 Pettorano sul Gizio 627 m s.l.m. – 25+570 Cansano   948 m s.l.m. – 30+950 Campo di Giove 1069 m s.l.m. –  43+490 Palena 1257 m s.l.m. –  49+160 Rivisondoli-Pescocostanzo 1268,82 m s.l.m.  –  52+310 Roccaraso 1226 m s.l.m.  –  61+010 Sant’Ilario Sangro  1037 m s.l.m.  –  68+750 Alfedena-Scontrone 878 m s.l.m.  –  72+660 Montenero Valcocchiara  826 m s.l.m.  –  76+820 Castel di Sangro (RFI) / Castel di Sangro (FAS) 802 m s.l.m.  –  80+580 Montalto di Rionero Sannitico   862 m s.l.m   –  86+470 San Pietro Avellana-Capracotta 923 m s.l.m.   –  93+170 Villa San Michele   922 m s.l.m.  –  94+320 Vastogirardi  916 m s.l.m.  – 99+690 Carovilli-Roccasicura 838 m s.l.m.  –  105+600 Pescolanciano-Chiauci 762 m s.l.m.  –  110+300 Sessano del Molise 740 m s.l.m.  –  118+100 Carpinone 631 m s.l.m   – 128+731 Isernia 475 m s.l.m.  (Il numero che precede il nome della città indica il chilometraggio, quello successivo indica l’altimetria.)

.

.

“Il tracciato sinuoso e tortuoso e dalla forte pendenza (si va dai 328 m di Sulmona,  ai 1268,82 di Rivisondoli-Pescocostanzo, agli 800 m di Castel di Sangro, ai 923 di San Pietro Avellana-Capracotta,  ai 916 m. di Vastogirardi e ai 762 di Pescolanciano) si incunea fra il Parco Nazionale d’Abruzzo e il Parco Nazionale della Maiella, toccando centri turistici estivi ed invernali dotati di impianti sportivi e di ricettività alberghiera di primissimo ordine. Un viaggio irripetibile, unico, come assistere a un documentario girato dal vivo, immersi tra i colori e i profumi dell’Appennino che scorre dai finestrini di un treno” (Antonio di Fonso).Ebbene questo bellissimo e irripetibile percorso si voleva cancellato: il capostazione di Sulmona aveva dato il via all’ultimo viaggio il 12 dicembre 2011.

Ma gran parte della popolazione, amministratori lungimiranti, associazioni e semplici volontari stanno reagendo con vigore a quella che si vorrebbe fosse la desertificazione del territorio e da questa reazione è nata, per ora, una programmazione mensile di tipo turistico che sta avendo un larghissimo successo. Qui sotto èriportato il programma per l’anno 2013.

.-.

.-.

E l’iniziativa ha richiamato l’attenzione della Stampa Nazionale (Corriere della Sera del 12 gennaio 2013)

.-.

 

.-.

 

 

0+000 Sulmona 348 m s.l.m. –   2+960 Sulmona-Introdacqua 411 m s.l.m. – 7+560 Vallelarga   503 m s.l.m.  -13+070 Pettorano sul Gizio 627 m s.l.m. – 25+570 Cansano   948 m s.l.m. – 30+950 Campo di Giove 1069 m s.l.m. –  43+490 Palena 1257 m s.l.m. –  49+160 Rivisondoli-Pescocostanzo 1268,82 m s.l.m.  –  52+310 Roccaraso 1226 m s.l.m.  –  61+010 Sant’Ilario Sangro  1037 m s.l.m.  –  68+750 Alfedena-Scontrone 878 m s.l.m.  –  72+660 Montenero Valcocchiara  826 m s.l.m.  –  76+820 Castel di Sangro (RFI) / Castel di Sangro (FAS) 802 m s.l.m.  –  80+580 Montalto di Rionero Sannitico   862 m s.l.m   –  86+470 San Pietro Avellana-Capracotta 923 m s.l.m.   –  93+170 Villa San Michele   922 m s.l.m.  –  94+320 Vastogirardi  916 m s.l.m.  – 99+690 Carovilli-Roccasicura 838 m s.l.m.  –  105+600 Pescolanciano-Chiauci 762 m s.l.m.  –  110+300 Sessano del Molise 740 m s.l.m.  –  118+100 Carpinone 631 m s.l.m   – 128+731 Isernia 475 m s.l.m.

 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.