Home / Cultura / Cultura Popolare / La sctrèa – La strega

La sctrèa – La strega

di Gustavo Tempesta Petresine [1]

Copia di strega4

La sctrèa

Daràssə e sandanàssə! Fammə scanzà
da ssə malə puàssə.
Ambrəgatòrijə Gesùccəvènga!
fà ca nə m’ièna attaccà la lènga.

Camìna zəngarèlla pə rə vòschə
dòpə na nòttə passàta all’urcətùra.
Che sèttə ciacianièssə z’è abbərətièta
facènnə vóllə lə sanghə a nə cuttùrə.

Puó la vədièrnə də matìna prièsctə
-dicə ca l’arrecànuscièrnə purə-
e all’ambrùvvìsə ascì zə nə vulèttə
nzièmbrə a la pula də la trəscatùra.

La strega

“Darasse e sandanasse” tienimi lontano
da quell’incedere malvagio!
Anime del purgatorio, Gesù mi protegga,
fate che non mi possa legare la lingua.

Cammina zingarella per il bosco
Dopo una notte passata a fare orge,
con sette demoni si è congiunta,
facendo bollire il sangue in un tegame.

Poi la videro nel primo mattino,
dissero di averla riconosciuta,
e d’improvviso se ne volò via
come la pula della trebbiatura.

 

____________________________
[1] Gustavo Tempesta Petresine, Molisano di Pescopennataro (IS), si definisce “ignorante congenito, allievo di Socrate e Paperino”. Ama la prosa e la poesia, cui dedica molto del suo tempo, con risultati eccezionali, considerati i premi conseguiti e la stima di tutti.

Editing: Enzo C. Delli Quadri
Copyright Altosannio Magazine

 

About Gustavo Tempesta Petresine

Gustavo Tempesta Petresine, Molisano di Pescopennataro (IS), si definisce “ignorante congenito, allievo di Socrate e Paperino”. Ama la prosa e la poesia, cui dedica molto del suo tempo, con risultati eccezionali, considerati i premi conseguiti e la stima di tutti.

Un commento

  1. Non può essere sadico il commento a questa poesia che esprime con estro, fantasia e realismo il costume dei tempi lontani: stare insieme una volta fra l’uomo e la donna creava problemi; non c’era certo libertà- oggi forse eccessiva- per cui potevano avvenire incontri casuali e nascosti. Quando poi si verificavano conseguenze non più piacevoli dall’incontro stesso-una gravidanza indesiderata, un malattia ecc ecco si accusava la STREGA che aveva visto o diffuso il fatto e seguivano maledizioni o anatemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.