Home / Cultura / Cultura Popolare / Racconti / La leggenda della Chioccia coi pulcini d’oro

La leggenda della Chioccia coi pulcini d’oro

Siamo a Pietrabbondante, c’è una leggenda che parla di una Chioccia coi pulcini d’oro che sarebbe nascosta in un punto di un lunghissimo cunicolo, che parte dagli scavi, appunto, di Pietrabbondante e raggiunge la sommità del Monte Caraceno, si nasconde una Chioccia con pulcini d’oro.

Ciò che resta un mistero riguarda il numero dei pulcini: alcuni parlavano di 30; altri di 16. Sempre nel campo dei misteri si raccontava ancora che, ogni qualvolta si iniziava a scavare, forse anche per cercare quel Tesoro, l’atmosfera si rendeva quasi apocalittica con violenti temporali accompagnati da tuoni, fulmini e forti grandinate. I morti si ribellavano perché non volevano essere disturbati.

Comunque durante gli scavi non è stato ritrovato nulla, in compenso vedo che ci sono molte varianti della leggenda in tutta Italia, chissà che la Chioccia non si sia spostata per mettere al sicuro i suoi pulcini, prima degli scavi.


Editing: Francesco Di Rienzo
Copyright: La Terra in Mezzo – Molise

About Francesco Di Rienzo

Francesco Di Rienzo è nato a Napoli da genitori capracottesi. Lavora come responsabile dell'ufficio stampa di una delle più importanti società italiane nel settore dei beni culturali. Conduce da circa 25 anni studi e ricerche su Capracotta e sull'Alto Molise. Eletto nel Consiglio Direttivo del CAST ALMOSAVA il 21 settembre 2012, è uno dei fondatori dell'Associazione "Amici di Capracotta", di cui ricopre attualmente l'incarico di segretario. È autore di diverse pubblicazioni sulla storia e sulle tradizioni di Capracotta. È socio della Società Napoletana di Storia Patria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.