Home / Cultura / Cultura Popolare / La bustina di Marisa: Multitasking  e…Anthurium

La bustina di Marisa: Multitasking  e…Anthurium

di Marisa Gallo  [1]

Multitasking: “svolgimento contemporaneo di più azioni”

MultitaskingMASTRIJARE”COL PCHo imparato un po’ a “muovermi” chiedendo spesso spiegazioni anche a due cari amici , sicuri padroni essi sì , in entrambe le categorie, hard e soft ..

Ecco, da quando anch’io ho cominciato a “mastrijare” col PC , cioè da qualche anno, la mia cucina assume a volte un sapore e un retrogusto diversi. Non che io faccia alcunché di speciale, anzi…. E allora!?? MULTITASKING: ecco è questa la parola magica, che talvolta condisce le mie pietanze! Il PC mi gratifica molto; non una finestra sul mondo, ma il mondo in casa, ed è chiaro che I LIKE!!! Mi piace certo; non sono ancora dipendente, ma poco manca. Così almeno dicono i miei in casa… La bella OLIVETTI LETTERA 22 non è stata una mia compagna di lavoro,tra le mie mani, – io non sapevo scrivere a macchina- ed ora non so scrivere senza il PC, ORA PERFINO la lettura di un libro cartaceo mi resta più pesante. Il multitasking- mi ha preso la mano e mi sono abituata, cioè cerco di cucinare o di stirare, mentre controllo la lavatrice, (O LAVO I PANNI DELICATI A MANO) o alimento il fuoco nel camino, o rispondo al telefono, e intanto sbircio se mi arriva un messaggio su FB…

L’abitudine di alternare alcune attività ad altre mi dà la sensazione di essere “attiva”, tranne poi a dover constatare che un grave odore di bruciato si spande in cucina: irrimediabilmente il sugo si è attaccato, e l’antiaderenza della pentola non è stata sufficiente… ad evitare il danno!

Così un giorno mio genero, che pure sa cucinare ed è un buongustaio, per salvare capra e cavolo, e per attutire le proteste di mio marito, mi venne incontro e disse:- Buono questo sugo, con retrogusto di bruciato è quasi stranamente più accattivante…Forse il piccante riusciva a nascondere la magagna!..  

Io sono stata STUDENTESSA ai tempi in cui quasi tutto si apprendeva dai libri, con IMMAGINI SPESSO PICCOLE E IN BIANCO E NERO – ALLORA – parlo di 60 anni fa -poche gite, poche passeggiate, poche distrazioni, pochi viaggi, concessi tutti e/o goduti nelle famiglie abbienti; c’erano pure allora il cinema ed il teatro, vero, ma pochi potevano permetterselo. Non io, CERTO.

Molto giovane, sono stata una madre lavoratrice, 2 figli , con 0 babysitter, 0 colf, senza alcun aiuto estraneo. Quindi ho dovuto sempre muovermi, con tempi ristretti, tra più compiti, e portarli a termine spesso nelle ore serali avanzate, con la compagnia della TV, quando i figli già dormivano.

COADIUVATA SOLO DA MIO MARITO,( esclusa in assoluto la cucina) nelle situazioni che gli si addicevano: soprattutto “aggiustare” qualcosa di rotto, che in casa, coi bambini, è frequente trovare…

Anche oggi le giovani madri, che devono affrontare il lavoro fuori casa e gl’ impegni domestici, pure avendo molto spesso il supporto di una babysitter o di una colf, chissà cosa pensano della multitasking!? Molte di loro sono delle “native digitali”, come si dice oggi, e lo sono ancor più i nostri nipoti, sempre col cellulare o il tablet o il whatsapp in mano, mentre studiano…Ma come studiano !? Certo non ci potranno mettere un grande impegno, specie se l’argomento è ostico e difficile di per sé.

I miei figli ascoltavano talvolta musica durante lo studio; ora i nipoti, nelle loro camerette hanno immancabilmente il pc o il tablet che, per loro, spesso in pochi istanti, con un clic, possono trasformarsi in modo camaleontico da attrezzo di lavoro a piacevole passatempo, riuscendo a volte veramente ad estraniarsi dall’ambiente circostante… Quindi anche la loro attenzione può diventare labile ed essi non approfondiscono, né riescono a concentrarsi sull’argomento di studio, attratti dalle lusinghe dei social, con gl’infiniti game giapponesi , accompagnandoli con movenze e gridolini, specie se giocano in due … Anzi a volte erroneamente credo che stiano litigando… e invece LITIGANO COL PC!

Altro che multitasking! Io devo “pregare” che non mi si “ bruci” il sugo, ma i nostri ragazzi devono farlo perché a loro non “si bruci” il ….cervello! Mi chiedo, anzi, se il MULTITASKING NON ABBIA FILO DIRETTO CON LO STRESS!?


DAL WEB infine una CURIOSA NOVITÀ.

AnthuriumAnche il mondo vegetale ha il suo fiore multitasking : L’ANTHURIUM, un fiore adatto a diversi contesti; il fiore ha la forma di un cuore, mentre le foglie forma di lancia.

Gli anthurium nell’antica Grecia erano infatti considerati le frecce del dio dell’amore, CUPIDO, che riusciva a fare innamorare le persone, dal  modo in cui egli le colpiva …

A prescindere dal suo significato “ufficiale”, questa pianta da qualche decennio, soprattutto grazie al suo colore ROSSO, ha iniziato a rappresentare il natale, al pari della stella di natale e dell’abete.

E allora si può regalare un ANTHURIUM per esprimere un sentimento forte, puro e sincero, di amore e/o d’amicizia.


[1] Marisa Gallo, molisana di Montefalcone nel Sannio, insegnante, amante e cultrice della Poesia, più per hobby che per professione, impegnata a restare al passo dei tempi, ma con animo caldo, non sclerotizzato dai media aggressivi.

Copyright  Altosannio Magazine
EditingEnzo C. Delli Quadri 

About Marisa Gallo

Marisa Gallo, molisana di Montefalcone nel Sannio, insegnante, amante e cultrice della Poesia, più per hobby che per professione, impegnata a restare al passo dei tempi, ma con animo caldo, non sclerotizzato dai media aggressivi.

2 commenti

  1. Antonia Anna Pinna

    Marisa Gallo come anche Maria Delli Quadri mi incantano con la loro scrittura raffinata e fluida. Grazie per le belle cose che ci donate.

  2. Grazie cara amica, gemellata con MARIA DELLI QUADRI! persona che stimo tanto, anzi ho cominciato ad ammirarla prima ancora che facessi parte del blog ALTOSANNIO, del quale sei anche tu parte qualificante!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.