Home / Cultura / Arte altosannita / La battaglia di Lepanto del pittore Leo Paglione

La battaglia di Lepanto del pittore Leo Paglione

di Francesco Di Rienzo

La battaglia di Lepanto del pittore Leo Paglione nella Chiesa Madre di Capracotta
La battaglia di Lepanto del pittore Leo Paglione nella Chiesa Madre di Capracotta

Il 7 ottobre, festa della Madonna del Rosario, la Chiesa cattolica celebra la vittoria della flotta cristiana della Lega Santa su quella dell’Impero Ottomano nella battaglia di Lepanto, avvenuta il 7 ottobre del 1571 nelle acque della cittadina greca. I Cristiani attribuirono il successo all’intercessione della Vergine Maria. Nel 1572, papa Pio V istituì la festa di Santa Maria della Vittoria, successivamente trasformata nella festa del SS. Rosario, per celebrare l’anniversario della storica vittoria dei legni cristiani, che arrestò l’avanzata dell’Impero Ottomano verso Occidente.

Nella volta sinistra del transetto della Chiesa Madre a Capracotta, è possibile ammirare un pregevole dipinto dell’artista locale Leo Paglione (1917- 2004) che riproduce i momenti salienti della battaglia di Lepanto. Sulla destra, il pittore capracottese ha rappresentato lo scontro tra le due flotte nemiche nelle acque della Grecia sud- occidentale. Sulla sinistra, invece, il pontefice Pio V ringrazia la Vergine per il suo aiuto in favore dei combattenti cristiani.

Editing: Francesco Di Rienzo

Copyright: Altosannio

About Francesco Di Rienzo

Francesco Di Rienzo è nato a Napoli da genitori capracottesi. Lavora come responsabile dell'ufficio stampa di una delle più importanti società italiane nel settore dei beni culturali. Conduce da circa 25 anni studi e ricerche su Capracotta e sull'Alto Molise. Eletto nel Consiglio Direttivo del CAST ALMOSAVA il 21 settembre 2012, è uno dei fondatori dell'Associazione "Amici di Capracotta", di cui ricopre attualmente l'incarico di segretario. È autore di diverse pubblicazioni sulla storia e sulle tradizioni di Capracotta. È socio della Società Napoletana di Storia Patria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.