Home / Cronaca / Attualità / Economia e Politica / Iniziative perché la Transiberiana d’Italia non muoia.

Iniziative perché la Transiberiana d’Italia non muoia.

L’Articolo di Adelina Zarlenga, pubblicato il 29/01/2014 su Primo Piano Molise, fa il punto della situazione sulle iniziative intraprese in favore della riapertura della ferrovia Sulmona-Carpinone. Segue una nota di Maria Delli Quadri

 

Maria Delli Quadri ricorda:

Nel 1964, dopo sposata, ho vissuto e insegnato un anno all’Aquila. Ricordo che dal balcone di casa potevo ammirare “quindi” il Gran Sasso, “quindi” La Maiella. L’animo mio di molisana doc guardava sempre a sud, immaginando monti e colline nostrane. Ma il bello arrivava con il rientro a casa: da Sulmona in transiberiana fino a s. Pietro Avellana- Capracotta: si saliva, si saliva: paesini arroccati, gole profonde, ponti, gallerie: uno spettacolo naturale difficilmente riproponibile.. Poi Rivisondoli, Pesco Costanzo, e la piana di Palena; Roccaraso, il piano delle 5 miglia. Tutto è stampato nella mia mente. ll treno correva e sbuffava, arrancava, si fermava a piccole stazioncine, riprendeva la marcia, mi portava a casa.

Dov’è quel trenino oggi?. Chi lo ha tagliato? E’ UN RAMO SECCO, dicono, mai quanto loro.

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.