Home / Cronaca / Attualità / Il sogno americano di Laudomia Bonanni continua

Il sogno americano di Laudomia Bonanni continua

Stewart-Benedetti-Teardo

Si è tenuta il 30 settembre, presso l’Istituto italiano di Cultura di Washington diretto da Alberto Manai, la serata di presentazione di “The Reprisal”, edito dalla University Of Chicago Press, traduzione americana del romanzo “La rappresaglia”, opera postuma della scrittrice aquilana Laudomia Bonanni.

L’incontro, curato da Laura Benedetti, docente alla Georgetown University e direttore del dipartimento di studi italiani nell’ateneo della capitale americana, ha visto la partecipazione delle traduttrici dell’opera, professoresse Susan Stewart e Sara Teardo dell’Università di Princeton.    Le tre relatrici hanno coinvolto, con professionalità e passione, il numeroso pubblico presente, interessato alle vicende narrate nel romanzo dalla “penna dell’Aquila”, come  Goffredo Bellonci definì la Bonanni.

Ma il sogno americano continua. È prossima la partenza per gli States, dal 9 al 17 ottobre, di Goffredo Palmerini come capo delegazione dell’ANFE (Associazione Nazionale Famiglie Emigrati) al Columbus Day e per altri impegni con le comunità italiane. Nell’occasione Palmerini incontrerà presso l’Università di Princeton, insieme a Mario Fratti, la Stewart e la Teardo al fine di delineare nuovi percorsi americani e concordare la migliore collaborazione per l’evento annunciato nella prossima primavera che vedrà ancora Laudomia Bonanni protagonista, nell’ambito delle manifestazioni organizzate da Casa Zerilli Marimò, prestigioso dipartimento italiano della New York University, per il 25 aprile 2014, come occasione letteraria e richiamo dei valori della Resistenza.

Gianfranco Giustizieri
Associazione Internazionale di Cultura “Laudomia Bonanni”

 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.