Home / Cultura / Cultura Popolare / Il mondo di Maria – Ecco settembre.. ….

Il mondo di Maria – Ecco settembre.. ….

di Maria Delli Quadri [1]

Serata limpida e tersa, ma fredda. Del resto l’autunno è prossimo e incombe su di noi con le sue prime avvisaglie La prossima settimana ricorreranno, qui a Capracotta, le famose feste triennali della Madonna di Loreto, della processione con i cavalli bardati, che partirà, il 7 a sera, dalla chiesetta che si trova fuori paese. In giro già si vedono alcuni parenti dello zio Sam che tornano dagli USA per festeggiare con la stessa devozione con la quale sono emigrati e che portano intatta nel cuore..

Davanti al mio balcone è stato sistemato un arco di luci, tutto merlettato che verrà acceso in quei giorni.. Dentro casa mia ci sarà luce intensa che mi consentirà di mangiare come fossi in “paradiso”, che bello sarà. Io aspetto con ansia, come una bimba che attende il giocattolo dalla Befana. In paese c’ è aria di attesa e di festa e, nonostante il freddo, la gente esce ben vestita e equipaggiata. Saranno tre giorni di processioni, di bande, di parate, di saluti, di scorpacciate e, voglio augurarmi, anche di preghiere.Il tempo dovrebbe essere un gran signore; non ci giuro però.

La festa della Madonna di Loreto sarà per Capracotta anche “Il canto del cigno”. Nei giorni 9- 10 settembre le “truppe” cittadine risaliranno le strade che portano verso la “civiltà” quelle stesse che hanno percorso a ritroso con fretta e con gioia di ritrovarsi per la festa. Il giorno 11, massimo il 12 Capracotta cadrà in letargo come i ghiri e le marmotte.

Il settembre si annunzia come un bel mese. Certo di sera e di mattina presto la temperatura scende fino a 8-9 gradi, ma di giorno, col sole, l’aria si scalda. La notte scorsa, intorno alle due, un organetto, sotto casa mia, deliziava gli ultimi nottambuli seduti a tavolino, come se fosse l’ora dell’aperitivo, suonando “Lo spazzacamino”. Ogni tanto una stecchetta, ma la musica c’era tutta e lo sparuto pubblico applaudiva con calore. I capracottesi non si arrendono facilmente all’arrivo dei primi cambiamenti autunnali, perchè sanno che il freddo vero è un’altra cosa e che prima o poi arriverà a fare giustizia di queste piccole parvenze di rigore invernale.

_________________________________
[1]  Maria Delli Quadri, Molisana di Agnone (IS), già Prof.ssa di Lettere oggi in pensione. Ama la musica, la lettura e l’espressione scritta dei suoi sentimenti.

Editing: Enzo C. Delli Quadri
Copyright Altosannio Magazine

 

About Maria Delli Quadri

Maria Delli Quadri, Molisana di Agnone (IS), già Prof.ssa di Lettere. Amava la musica, la lettura e l'espressione scritta dei suoi sentimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.