Home / Cultura / Cultura Popolare / Il Mondo di Maria – Ci nutrivamo di fantasia

Il Mondo di Maria – Ci nutrivamo di fantasia

 di Maria Delli Quadri [1]

Bambini-che-giocano-foto-Gabriella-Citossi

I bambini, una volta, giocavano per strada, senza pericoli per la loro incolumità. Correvano e saltavano, facevano giochi collettivi, litigavano gridavano si scontravano. Tutto era nella normalità e le vie risuonavano della loro allegria. Tutti noi siamo cresciuti così, con scarpe rotte e abiti informi, felici di vivere in libertà e autonomia. ogni tanto una mamma si affacciava per controllare che tutto procedesse  bene, che nessuno si fosse fatto male; poi,tranquilla, rientrava in casa a sbrigare le sue faccende. Intanto noi, sulla strada sterrata, ci sbizzarrivamo a fare “i 4 cantoni”, “uno,due,tre stella”, “mazzapezzotte” ” scoppa a nasconne” e “scoppa a’cchiappà”. E poi c’era la corda per saltare, c’erano le “vricce” per riposarci, c’erano i maschi da guardare a “zomba cavallo”, o col cerchio. Qualche volta tutti insieme mettevamo su il gioco dei pegni o andavamo” a Gerusalemme senza ridere e senza piangere” .Di questo ed altro si è nutrita la nostra fantasia, nei lunghi pomeriggi estivi e noi, affamati, assetati e stanchi, all’imbrunire, tornavamo a casa dove crollavamo per la fame e il sonno.

Cara infanzia! L’abbiamo vissuta in ristrettezza, ma felici: ci sentivamo i padroni del mondo. Oggi i ragazzi vengono accompagnati dai genitori in palestra, in piscina, a studiare musica; sono puliti, educati, parlano l’italiano, giocano in casa con le costruzioni Lego o con le bambole , guardano i cartoni animati in TV, maneggiano il computer con perizia e quando festeggiano il compleanno, vanno con gli “amichetti” in ludoteca.

(Foto da web di Gabriella Citossi) 


___________________________________
[1]
 Maria Delli Quadri, Molisana di Agnone (IS), prof.ssa di Lettere, oggi in pensione. Ama la musica, la lettura e l’espressione scritta dei suoi sentimenti. In questa rubrica Maria volge lo sguardo sul mondo almosaviano e nascono pensieri e ricordi.

Copyright  Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

 

About Maria Delli Quadri

Maria Delli Quadri, Molisana di Agnone (IS), già Prof.ssa di Lettere. Amava la musica, la lettura e l'espressione scritta dei suoi sentimenti.

5 commenti

  1. Antonia Anna Pinna

    Non cambierei la mia dolcissima infanzia con nessuna al mondo, grazie Maria.

  2. Magari giocassero con i Lego o con le bambole. ormai giocano solo con giochi interattivi

  3. talmente vero, preciso e riferibile anche ai giochi infantili che si facevano al mio paese e che anch’io spesso ho fatto, che vorrei poter mettere accanto al tuo racconto anche il mio nome … che ne dici, cara MARIA? solo una piccolissima differenza: il gioco” scappa a nasconne ” al mio paese, Montefalcone, si diceva la “cricatte” ed etimologicamente deriva da CRIPTA luogo sotterraneo, quindi nascosto e quindi il passaggio successivo dialettale a “cricatte” DA UNA RICERCA di tesi di una laureanda del mio paese. Confermo dunque che – sia che lo chiamiamo in agnonese o in montefalconese -quel bel gioco oggi veramente lo facciamo solo con la nostra ancor fervida FANTASIA!

  4. Bellisario D'Ascenzo

    Purtroppo il bel tempo passato volge al termine, se non si reagisce, il momento e triste e pericoloso, speriamo vinca il bene di gente dedita alla vera Fede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.