Home / Cultura / Il materasso di lana

Il materasso di lana

Scritto di Enzo Carmine Delli Quadri

Mia nonna era materassaia. L’ho aiutata, da piccolo, nella confezione o nell’assestamento dei materassi che le venivano richiesti o che avevano esigenza di “manutenzione”.

Mi insegnò che: 1. Il materasso di lana è fresco d’estate e caldo d’inverno perché la lana fa da isolante, conserva calore con le basse temperature e limita la sudorazione durante l’estate. Non a caso nei deserti africani gli abitanti vestono con capi di lana. 2. La lana si conforma alla forma del corpo e fornisce il confort di cui si ha bisogno durante il sonno.

Io stesso ho potuto verificare, negli anni, la bontà dei suoi consigli. A questo aggiungasi un terzo parametro di valutazione molto importante per la nostra società: il materasso di lana è amico della natura, biodegradabile; rende molto sicura la sua dismissione nell’ambiente e il suo eventuale riciclaggio.

Purtroppo, l’industrializzazione e le nuove tecnologie lo hanno soppiantato con materie plastiche, metalli e tessuti sintetici. Il risultato di tutto ciò sta nel fatto che 1. il confort dei nuovi materassi sintetici è difficilmente paragonabile a quelli di lana e 2. montagne di rifiuti non riciclabili si ammassano nelle periferie di tutto il nostro paese.

Ho dei dubbi che la società sia progredita in modo conforme alle esigenze di base dell’uomo.

Copyright: Altosannio Magazine
EditingEnzo C. Delli Quadri

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.