Blog Layout

La Trebbiatura

Manuela Pelle Amico Mio e Mio Caro, finalmente oggi trovo un po’ di tempo per raccontarti un po’ di me e un po’ del mio Paese, quello  dove fioriscono le rose selvatiche e che un giorno visiteremo insieme. I racconti di storie e tradizioni servono a fartene innamorare e vorrei che, …

Read More »

Simboli incisi sugli architravi delle abitazioni di Pescasseroli e di Opi

Davide Boccia  Nel presente articolo si intende porre l’attenzione sui simboli incisi su alcuni architravi delle abitazioni di Pescasseroli e di Opi. Difatti, come osservabile anche in altre aree montane (sia alpine che appenniniche), su architravi e montanti in pietra degli edifici dell’Alta Val di Sangro sono stati incisi o …

Read More »

Sul tratturo … massare, pecurare, pecurarijelle e vuttaràcchjie

Racconto di Giuseppe Tiberi [1] (per capire il significato delle parole colorate, basta cliccarvi sopra)  . Una bella mattina di maggio del 1860 i sedici pastori dell’armentario di Rivisondoli, don Mariano Buccio,  detto Uocchijenire, si apprestavano a lasciare la locazione del Candelaro per riportare le pecore ai pascoli di montagna. La leggera …

Read More »

Busto Bronzeo di San Cristanziano in Agnone opera di Ettore Marinelli

Sarà scoperta oggi la statua di bronzo dell’artista Ettore Marinelli dedicata a San Cristanziano, patrono di Agnone. Protettore contro le calamità naturali e le discordie umane, del santo non esisteva, fino ad oggi, una statua che, idealmente lo raffigurasse. Ettore Marinelli alla cesellatura del busto di San Cristanziano Sorte ambigua e triste ha …

Read More »

La ginestra, in poesia e in natura

a cura di Enzo C. Delli Quadri  . Chiunque percorra il territorio dell’ALTOSANNIO– ALMOSAVA non può non restare abbagliato dalla bellezza solare della Ginestra. La troviamo, come manto protettivo, nelle zone non adatte alle coltivazioni, in quelle degradate e lungo le scarpate stradali e ferroviarie, che beneficiano della sua radice e …

Read More »

Sciore de Jenesctra

Poesia di Gustavo Tempesta Petresine [1] Sciore de Jenesctra Arremenènne sagliéva pe la via addù le curve so serpendiélle fine, e zig-zagghene e viène arrengemènnese vèrse re Piéscche e Capracotta ‘n gime. Da là, sotte a Sandagnere, le cuoscte  giallévene de sciùre profumàte e arre core de re miézzejuorne l’ombra …

Read More »