Home / Cultura / Cultura Popolare / Canzoni e Filastrocche / FILASTROCCHE DELLA QUARESIMA

FILASTROCCHE DELLA QUARESIMA

Ida Busico [1] e Rita Cerimele [2], entrambe di Agnone,  ci ricordano le gradevoli e divertenti filastrocche che nella tradizione popolare accompagnano l’eterna lotta tra il Carnevale, ubriacone e scialacquatore,  e la Quaresima, avara e gretta, costretta ad una vita grama.

carnevale2

Prima filastrocca (pianto della Quaresima indispettita)

Carnval, c-mmùa sci mùart?  
La nzalata la t-niv all’ùart, 
ru pr-sutt l’ t-niv appis. 
Carnval puozz’ess mbis

Carnevale perché sei morto?
L’insalata l’avevi nell’orto
il prosciutto lo tenevi appeso
Carnevale , che tu possa essere impiccato

 ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

quaremma_martignano

Seconda filastrocca (pianto della vedova inconsolabile)

Carneval ‘nd ne andà
ca t’ vuagl uvernà,
t’ vogl fà na cam’sciola
ogni punt’ na vrasciola”!

Carnevale non te ne andare
che ti voglio accudire
ti voglio fare una camiciola
ogni punto una braciola

 ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

DA75936b

Terza filastrocca (canto del popolino pettegolo)

“Carn’val pazz pazz,
s’a v’nnìut ru matarazz
e la mogl’ p’ d’spìatt
s’à v’nnìut l’ sais ‘mbiatt”

Carnevale pazzo pazzo
s’è venduto il materasso
e la moglie per dispetto
s’è vendute le mammelle in petto

 ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

 LA VECCHIA QUARESIMA_1

Quarta filastrocca (canto della popolino pietoso)

Quares’ma puv’rella
ch’ na pescia e na sardella,
nu scuòcch’r d’ c’polla
e nu piètt d’ fèaf ammoll’

Quaresima poveretta
con un pesce e una sardella
un involucro di cipolla
e un piatto di fave a mollo

 ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

___________________________

[1] Ida Busico, molisana di Agnone (IS), laureata in Scienze Biologiche, ama il teatro, la musica , la lettura e soprattutto le piace descrivere le emozioni e i ricordi d’infanzia.

[2] Rita Cerimele, Molisana di Agnone (IS), ama i racconti ma soprattutto la poesia in tutte le sue forme, da quelle tradizionali a quelle più innovative (haiku, senryu ed haiga).

About Flora Delli Quadri

Flora Delli Quadri, Molisana di Agnone (IS), prof.ssa di Matematica in pensione. Si occupa di cultura e politica; pur risiedendo altrove, ha conservato intatto l'amore per il suo paese d'origine che coltiva in forma attiva.

Un commento

  1. è bello e commovente ricordare le nostre filastrocche; esse ci hanno accompagnato durante la nostra infanzia, a volte, anche spaventandoci…allora sì che l’immaginazione viaggiava…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.