Home / Cultura / Cultura Popolare / Doppe la festa e la b’sboccia: saccocia vuòta e mmal’ d’ coccia. Occorre un antidolorifico

Doppe la festa e la b’sboccia: saccocia vuòta e mmal’ d’ coccia. Occorre un antidolorifico

di Enzo C. Delli Quadri

Doppe la festa e la b’sboccia: saccocia  vuòta e mmal’ d’ coccia   (Dopo la festa e l’ubriacatura: tasche vuote e dolori di testa)

Quando è festa o si pensa che sia festa, tutti freni inibitori si allentano: si spende e si spande, si mangia e si beve, pensando che tutto vada bene “madama la marchesa”. Passate le feste, le tasche sono mezze vuote o vuote del tutto e la testa fa male, per i troppi pensieri.

Questo è quanto sta succedendo all’Italia facilona e spendacciona che negli anni 70-90 del secolo scorso ha moltiplicato le sue mammelle cui spensierati politici hanno attaccato le loro popolazioni, sperando in un assistenzialismo eterno. Sbagliando (per opportunismo, incapacità, negligenza, pressione popolare, … …) anche la più semplice previsione.

In tutta Italia piove sul bagnato, in Abruzzo e Molise, ancor di più.

L’ultima di ieri per il Molise: SOPPRESSO L’UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI AGNONE.(Consiglio dei Ministri del 16 dicembre 2011) insieme ad altri 13 uffici molisani: Boiano, Civitacampomarano, Riccia, Trivento,Carovilli, Castel San Vincenzo, Forlì del Sannio, Frosolone, Venafro, Casacalenda, Guglionesi, Palata e Termoli!

La responsabilità dei politici è di non aver saputo o voluto prevedere quanto sarebbe successo. Quela  della popolazione è di aver seguito il facile e il dilettevole.

Ora c’è da rimboccarsi le maniche e liberarsi di facili entusiasmi, facendo leva su una sola indispensabile cosa: l’aggregazione dei pochi e dei piccoli, per fare numero e far sentire il proprio peso (Antidolorifico).

In questo, i piccoli comuni di montagna e di confine tra Abruzzo e Molise hanno una opportunità che non devono mancare:  Aggregarsi tra loro in un unico Organismo e chiedere per esso la Zona Franca. Gli è dovuto dopo, anni di offese del territorio.

E’ l’ unico treno che sta passando. Perso questo … ….

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.