Home / Cronaca / Attualità / Economia e Politica / Politica / Una Consultazione Popolare per abbattere un confine maledetto

Una Consultazione Popolare per abbattere un confine maledetto

Servizio video-giornalistico di Fabrizio Fusco
edito su www.Teleaesse.it

 Enzo C. Delli Quadri.
Enzo C. Delli Quadri.

Non c’è più tempo né spazio per alcunchè: le Aree interne di montagna, al confine tra L’Abruzzo e il Molise hanno pagato un prezzo altissimo alla politica disonorevole che 50 anni fa decise di dividere le due Regioni.

È ora di tornare all’antico.

  • Non spariranno i molisani o gli abruzzesi. Emiliani e Romagnoli ben convivono in un’unica regione
  • Il Molise uscirà dalle ristrettezze finanziarie dovute, per lo più, all’abnorme costo delle strutture regionale e provinciale, rispetto al numero dei residenti.
  • L’Abruzzo, riunificato al Molise, e in prospettiva alle Marche, potrà avere un ruolo più incisivo nel panorama regionale italiano, dove dominano le grandi regioni.

Ci vorrà del tempo, ma prima o poi quel confine maledetto sarà abbattuto dal Governo Nazionale per ovvi motivi di riordino dello Stato che tenga conto dei costi e dei benefici di una equa organizzazione.

Ma il tempo che ci vorrà è, comunque, troppo lungo per Aree Interne come quelle dell’Altosannio (Almosava) la cui desertificazione procede a valori esponenziali.

Pertanto, è arrivato il momento che la popolazione venga chiamata, attraverso una Consultazione Popolare,  ad esprimersi in merito alla permanenza o meno di questa divisione tra Abruzzo e Molise. In particolare, in presenza della dura posizione del Governatore Frattura tendente a difendere l’autonomia regionale Molisana : l’Alto Molise deve potersi esprimere circa la sua volontà a restare agganciato a questa  fasulla Regione o se, viceversa, intenda chiedere che essa sia soppressa o, in alternativa, chiedere di essere aggregato all’Abruzzo.

Enzo C. Delli Quadri

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.