Home / Cultura / Cultura Popolare / Cerberi sui Dorsi

Cerberi sui Dorsi

Poesia di Duilio Martino [1]

Cerbero sui dorsi 1

Cerberi sui Dorsi

Non è facile andare
se si è fragili oppure il cappio preme
la giugulare e stagna sangue in cuore…
non è facile andare
se nei malli incalliti bolle o freme
un acerbo rancore.

È facile affondare
nel dolore se il sole sorge pallido
e poi presto scompare.

E’ orribile percorrere le chine
ridisegnare il giorno con coraggio
in notturno tumulto
di vita greve in cui longevo viaggia
su labile confine.

Gocciato nei trascorsi
fulgido sangue su logge teatine
dei cerberi su dorsi
tetti ora muti sotto l’irte cime.

Sulle spalle gli albori. C’e una luce
scabra che cola ora sui borghi; a valle,
fra gli sfrusci di foglie, in freddi nidi
gracchi di gazze sopra ai tigli spogli.

Disorientati i vecchi
che la disfatta dentro quiete annegano
aggrappati a pochezza;

Accartocciati i vecchi
con gli occhi schiusi all’oltre si sottraggono
al respiro d’asprezza.

 

_______________________
[1] Duilio Martino, Abruzzese di Fraine (CH), ha sempre coltivato la passione per la sua terra di origine e per l’arte, in primis la poesia, alla quale ha dedicato una fetta importante della sua vita.

About Duilio Martino

Duilio Martino, Abruzzese di Fraine (CH), ha sempre coltivato la passione per la sua terra di origine e per l’arte, in primis la poesia, alla quale ha dedicato una fetta importante della sua vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.