Home / Cultura / Cultura Popolare / Racconti (page 20)

Racconti

Filippini, Oratoriani: una pagina di Storia Religiosa

di Alessandro Delli Quadri [1] Personalità complessa, alla ricerca costante di “convivenza armoniosa” tra il concreto dell’esistenza e la spiritualità cristiana, Filippo Neri (1515 – 1595) ha dominato l’epoca della Controriforma nei suoi aspetti religiosi e culturali. Popolarissimo a Roma dove si era trasferito, ancora giovane, dalla natia Firenze, discendeva …

Read More »

Il mondo di Maria – Ecco settembre.. ….

di Maria Delli Quadri [1] Serata limpida e tersa, ma fredda. Del resto l’autunno è prossimo e incombe su di noi con le sue prime avvisaglie La prossima settimana ricorreranno, qui a Capracotta, le famose feste triennali della Madonna di Loreto, della processione con i cavalli bardati, che partirà, il …

Read More »

La Cartella

Racconto di Esther Delli Quadri  Tra le cose che più mi gratificarono all’idea di iniziare la mia avventura scolastica, in prima elementare, ci fu quella di avere una “cartella” tutta mia, qualcosa di ” serio”,  diversa dal semplice cestino di plastica rosa che avevo avuto fino a quel momento per l’asilo …

Read More »

Il Mondo di Maria … L’estate se ne va

di Maria Delli Quadri [1] 30 agosto: il grosso è partito, le case sono sprangate, le poche voci che si sentono danno ancora l’impressione che ci sia qualcuno che cammina per strada.  Anche di sera, tutto sta rientrando nella norma: un po’ di musica dal bar, la pioggia che scroscia, qualcuno fuma sulla porta del locale. Siamo tornati a salutarci, noi …

Read More »

Chiarina la spigolatrice

di Antonia Anna Pinna [1] Anche a Villalago dopo il terremoto del 1915 costruirono un piccolo quartiere con baracche di legno come era avvenuto in altri paesi come Frattura e altri. La famiglia “d’le pesciare”  (venditore di pesce) era di quelle che ne abitava una con ben 13 figli. Vivevano …

Read More »

Gli anni della cinque lire

di Gustavo Tempesta Petresine[1] Tratto dal suo libro “Il Fuochista” [2] Erano gli anni della “cinque lire” di alluminio, quella con impresso il grappolo d’uva. Era abitudine di alcuni adulti affidare ai bambini scorrazzanti nella piazza, la moneta per comprare quattro nazionali dall’unico tabaccaio del paese. La tenevano stretta nel …

Read More »

Lucia Gatta ( classe 1925) e il “ forno “

di Antonia Anna Pinna [1] Lucia, chiamata nel dialetto  “Luciille”, è come la roccia di montagna, forte, spigolosa e fiera. La vedi. La vedi inerpicarsi sulle scalinate del paese con pesanti carichi tenuti ben fermi sulla testa da una “spara”, decisa e sicura della propria forza; e quando non la …

Read More »