Home / Cultura / Cultura Popolare / Poesie (page 20)

Poesie

III Canto di Altosannio

Questo Canto di Gustavo Tempesta Petresine[1] fa parte di un suo libro di poesie intitolato “Ne cande”[2]              Canto di Altosannio – III              Il giallo oro e l’ocra spudorato. Il colore invitante di funghi sospettati. -coloreria semantica del giallo- Il becco del corvo …

Read More »

Uno sguardo in versi sui monti d’Abruzzo

Haiku di Marisa Gallo [1]: pochi versi ispirati per esprimere, in questo caso, un momento di forte dolore. Sui monti d’Abruzzo Dal bello al tragico: sempre inaspettata s’annida insidia. Grave sciagura improvvisa, di morte… Tante vite a Rigopiano dalla furia spezzate. E pure in volo…. Nero dolore! Dal bianco della neve al …

Read More »

Uno sguardo in versi sull’Altosannio: Transiberiana

Haiku di Marisa Gallo [1] pochi versi ispirati dalle risorse ambientali, patrimoniali e umane dell’Altosannio, per esprimere un momento di bellezza o una esperienza emozionante Transiberiana Transiberiana s’inerpica a fatica nell’altosannio. treno tra i monti trasportati una volta quanti animali! a Pettorano sui “binari tra nuvole” la transumanza. Ma or …

Read More »

Ne munne senza vine

Poesia di Tiberio La Rocca [1] Ne munne senza vine  Se ze fenisse l’acca a custe munne, ngo mode certamente ze facera ma n-zia mè a fenì fosse le vine, parecchia iende crè ca z’accedèra. Penza a ne magliatielle o la le larduocchie, che na bettiglia d’acca e senza vine …

Read More »

Secondo Canto di Altosannio

Questo Canto di Gustavo Tempesta Petresine[1] fa parte di un suo libro di poesie intitolato “Ne cande”[2] Canto di Altosannio    II      Ho amato il teschio e l’elmo che lo conteneva. Ho amato il Toro fiero e la Lupa leziosa. Ho amato, amato amato, ma quale amore mi ritorna adesso! …

Read More »

Uno sguardo in versi sull’Altosannio: La Faggeta

Haiku di Marisa Gallo [1] pochi versi ispirati dalle risorse ambientali, patrimoniali e umane dell’Altosannio, per esprimere un momento di bellezza o una esperienza emozionante. FAGGETA Colori a iosa sui monti d’ALTOSANNIO e aria fina. Tra faggi e cerri lepri e volpi scorrazzano, volano uccelli. Banditi, un tempo, fra dirupi …

Read More »

Oltre il silenzio

Poesia di Filomena Orlando [1] Oltre il silenzio Come abbraccio mai dato Mi stendi i tuoi rami In eterno racconto Di mani che si intrecciano. Gelo di ricordo In poesia di presente Ed in fiocco di silenzio Guardo oltre te Nel cielo che mi abbaglia.   [1] Filomena Orlando, molisana di Agnone, …

Read More »

Piccolo Papio

Antonia Anna Pinna[1] Marzio (il piccolo Papio) è il discendente diretto della stirpe Safina. Salvato dalla morte certa prima che l’ultima battaglia distruggesse i sogni di un grande popolo che aveva sfidato e quasi sconfitto la grande Roma, viene fatto crescere ignaro del suo passato in una famiglia di origini Safine; …

Read More »

Uno sguardo in versi sull’Altosannio: La Camosciara

Haiku di Marisa Gallo [1] Sono pochi versi ispirati dalle risorse ambientali, patrimoniali e umane dell’Altosannio, per esprimere, da sannita convinta, un momento di bellezza o una esperienza emozionante. La Camosciara Gran bel raduno, nella verde radura, di corna e musi. Vita comune di giovani camosci sul Monte Meta. Un grande …

Read More »

Nénguə – Nevica

di Domenico meo[1]   Nénguə Viérnə: ciélə palummàccə, zóffəla la vuória, nénguə. Névə mascrə o mandrèllə, cheàla lènda o fa ru spulvərìzzə. Ammànda lə cambàgnə, lə greànə dòrmə. Rə pədiélə mbəsandójtə sə dəllàzzanə. Daféurə: rə uaglìunə, s’appallòttanə də nòjvə, nnàrtanə cacchə pəpuóttə e ngulandójtə s’artìranə. Davéndrə: tatéunə s’appénəca a cheàpə, la …

Read More »