Home / Cultura / Cultura Popolare / Racconti (page 20)

Racconti

Ricordo a quattro mani: “lu Zi Peppe”

di Marisa Gallo [1] Qualche giorno fa, è apparso sul blog “Falconesi nel mondo” un Post di AdelaideFrani Larivera, residente in Canada da molti anni, ma nativa di Montefalcone nel Sannio: “Zi Pepp, lo si teneva in camera da letto dentra la culunnaitt (dentro il comodino) oppure sotto il letto …

Read More »

Come eravamo – San Martino

di Lucia Amicarelli[1] Il Pansa vuole che il culto di questo Santo, legato al concetto della prosperità, si riallacci agli antichi riti agrari e solari e che, poiché, secondo alcuni, l’abbondanza è simboleggiata dal cornucopia, si attribuisca a San Martino anche una protezione molto meno lusinghiera[2]. Infatti in Agnone, quando …

Read More »

Don Placido Carnevale di Capracotta ed Ernest Hemingway: Il sentiero dei destini incrociati.

di Alfredo Fiorani[1]              La voce della chiamata alle armi arrivava incontrastata nei più reconditi angoli della penisola italiana. Giunse anche a Capracotta (Isernia). Piccola cittadina posta lungo uno sperone di roccia prospiciente i crinali della Maiella. I fanti capracottesi o, meglio, i “prodi montanari sanniti” (come inscritto sulla lapide …

Read More »

L’uovo sbattuto nel suo guscio

A cura di Benedetto di Sciullo [1] tratto dalla rubrica Lo spazio di tutti del sito faldus.it, editing Giovanni Mariano [2] A quei tempi a Fallo si risparmiava non solo per abitudine, ma quasi per obbligo morale. Anche se non ce n’era bisogno, a casa nostra tutto era messo da parte: un po’ perché “non si sa mai“, …

Read More »

Il crisantemo, simbolo di gioia.

di Paola Giaccio [1] L’origine della pianta è totalmente asiatica, visto che i primi esemplari furono rinvenuti in territorio cinese e giapponese, in particolare nella nazione nipponica il crisantemo è estremamente popolare. Nel linguaggio dei fiori e delle piante il crisantemo ha molti significati ma prevalentemente simboleggia la gioia e la vitalità. In …

Read More »

Il mondo di Maria – Il caruso

di Maria Delli Quadri [1] Oggi si parla sempre di “CRISI” e si fa riferimento alle ristrettezze e ai sacrifici che devono affrontare le famiglie per sopravvivere. Non nego che ci sia la povertà, forse oggi più che mai. Ciò nonostante, quando vedo macchine, telefonini, abiti firmati, non posso fare …

Read More »

Pumpare, l’emarginato

A cura di Benedetto di Sciullo [1] tratto dalla rubrica Gna decette culle… del sito faldus.it, editing Giovanni Mariano [2] Questo spassosissimo ipse-dixit ci obbliga a dilungarci sulla descrizione di una figura notissima alle persone più anziane di Fallo: Pumpare. Era costui un emarginato senza fissa dimora che viveva della carità della gente. I pochi paesani che potevano, …

Read More »

Il paese dove era sempre mezzogiorno

di Domenico Di Nucci [1] Durante gli anni cinquanta, quando i flussi migratori verso i paesi europei ed extraeuropei non ancora avevano falcidiato la sua popolazione, che si aggirava intorno agli 11000 abitanti, Agnone rappresentava, per quasi tutti i paesi del Molise, un centro di cultura, operosità e commercio. Il …

Read More »

La bustina di Marisa: Realismo di un tempo

di Marisa Gallo [1] La s’incontrava spesso dalle parti della piazza del mio paese, MONTEFALCONE NEL SANNIO, minuta, con gli abiti vecchi e malandati, più spesso spettinata o “nche lu maccature” una specie di foulard rabberciato, talvolta girando con un ombrello al braccio, pur se non pioveva…. Era Anna Vràitte…(Anna Sporca). …

Read More »