Home / Cultura / Cultura Popolare / Poesie (page 22)

Poesie

Nu Pajóisə

Poesia di Esther Delli Quadri Nu Pajóisə Tənàiva nu pajóisə accuscí biellə. Mə rə purtav’appriéssə də nascuósctə, mbonn’all’alma, gna fossə n’améurə lundéanə c’aspettə d’arvədàjə. Cə passavə lə nuóttə certə voldə, chemmuó sapàiva, ca də juornə nən gə stéava. Mə ciaddəcrəiéva l’alma e m’arcurdéava də me cənenna e də rə mije attornə, …

Read More »

III Canto di Altosannio

Questo Canto di Gustavo Tempesta Petresine[1] fa parte di un suo libro di poesie intitolato “Ne cande”[2]              Canto di Altosannio – III              Il giallo oro e l’ocra spudorato. Il colore invitante di funghi sospettati. -coloreria semantica del giallo- Il becco del corvo …

Read More »

Uno sguardo in versi sui monti d’Abruzzo

Haiku di Marisa Gallo [1]: pochi versi ispirati per esprimere, in questo caso, un momento di forte dolore. Sui monti d’Abruzzo Dal bello al tragico: sempre inaspettata s’annida insidia. Grave sciagura improvvisa, di morte… Tante vite a Rigopiano dalla furia spezzate. E pure in volo…. Nero dolore! Dal bianco della neve al …

Read More »

Uno sguardo in versi sull’Altosannio: Transiberiana

Haiku di Marisa Gallo [1] pochi versi ispirati dalle risorse ambientali, patrimoniali e umane dell’Altosannio, per esprimere un momento di bellezza o una esperienza emozionante Transiberiana Transiberiana s’inerpica a fatica nell’altosannio. treno tra i monti trasportati una volta quanti animali! a Pettorano sui “binari tra nuvole” la transumanza. Ma or …

Read More »

Ne munne senza vine

Poesia di Tiberio La Rocca [1] Ne munne senza vine  Se ze fenisse l’acca a custe munne, ngo mode certamente ze facera ma n-zia mè a fenì fosse le vine, parecchia iende crè ca z’accedèra. Penza a ne magliatielle o la le larduocchie, che na bettiglia d’acca e senza vine …

Read More »

Secondo Canto di Altosannio

Questo Canto di Gustavo Tempesta Petresine[1] fa parte di un suo libro di poesie intitolato “Ne cande”[2] Canto di Altosannio    II      Ho amato il teschio e l’elmo che lo conteneva. Ho amato il Toro fiero e la Lupa leziosa. Ho amato, amato amato, ma quale amore mi ritorna adesso! …

Read More »

Uno sguardo in versi sull’Altosannio: La Faggeta

Haiku di Marisa Gallo [1] pochi versi ispirati dalle risorse ambientali, patrimoniali e umane dell’Altosannio, per esprimere un momento di bellezza o una esperienza emozionante. FAGGETA Colori a iosa sui monti d’ALTOSANNIO e aria fina. Tra faggi e cerri lepri e volpi scorrazzano, volano uccelli. Banditi, un tempo, fra dirupi …

Read More »

Oltre il silenzio

Poesia di Filomena Orlando [1] Oltre il silenzio Come abbraccio mai dato Mi stendi i tuoi rami In eterno racconto Di mani che si intrecciano. Gelo di ricordo In poesia di presente Ed in fiocco di silenzio Guardo oltre te Nel cielo che mi abbaglia.   [1] Filomena Orlando, molisana di Agnone, …

Read More »

Piccolo Papio

Antonia Anna Pinna[1] Marzio (il piccolo Papio) è il discendente diretto della stirpe Safina. Salvato dalla morte certa prima che l’ultima battaglia distruggesse i sogni di un grande popolo che aveva sfidato e quasi sconfitto la grande Roma, viene fatto crescere ignaro del suo passato in una famiglia di origini Safine; …

Read More »

Uno sguardo in versi sull’Altosannio: La Camosciara

Haiku di Marisa Gallo [1] Sono pochi versi ispirati dalle risorse ambientali, patrimoniali e umane dell’Altosannio, per esprimere, da sannita convinta, un momento di bellezza o una esperienza emozionante. La Camosciara Gran bel raduno, nella verde radura, di corna e musi. Vita comune di giovani camosci sul Monte Meta. Un grande …

Read More »