Home / Cultura / Cultura Popolare / Poesie (page 20)

Poesie

Avi

di Antonia Anna Pinna[1] Avi Fantasmi polverosi con le facce pietrificate si accostano ai muri per trovare riparo dall’imbarazzo della miseria. Sembrano più vicini alla morte, ma non è così. Questa è la forza motrice che ci ha piantato i semi giusti e portato fino qui. Peccato che chi è …

Read More »

Majella Madre

Poesia di Duilio Martino[1] Majella Madre e Molise  Col candido vello già all’alba tra gli ori distinguo la vetta superba imperiosa bel grembo materno di flora e pastori …la pleiade bella supina riposa i rivoli sangue del figlio titano quell’Ermes morente già in Frigia colpito bisbiglia la notte un lamento che …

Read More »

Comm’eva doce l’aria chella sera

Poesia di Bruno Marinelli [1] Comm’eva doce l’aria chella sera Comm’eva doce l’aria chella sera, la terra s’eva, già, vestuta a festa che re culure d’ la primmavera, …senza uardarme me deciste “ ’bbasta ”. Vuleva di’: “ pecchè ” ma nun serviva, parlava già, pe’ te, ru sguarde vasce. …

Read More »

Donne e nonne

Poesia di Duilio Martino[1] Donne e nonne Le ghirlande ed i decori sul buffet ben preparato bella musica coi fiori un diploma al fin strappato che figura se la nonna poi eccede in esultare le istruzioni sulla gonna nero e blu son da scartare. Ma lei cede all’emozione scorron lacrime …

Read More »

Il mio nome

di Antonia Anna Pinna  [1] Il mio nome La mia terra porta il mio nome E’ impresso sulla roccia E il sole lo illumina al tramonto Quando l’ombra va a baciarlo Mia casa primitiva Mio unico bene Niente potrà sostituirti Ti porterò con me Come una coperta calda E dormirò i …

Read More »

V Canto di Altosannio

Canto di Gustavo Tempesta Petresine[1], dal suo libro di poesie “Ne cande”[2*]          V   Canto di Altosannio     Viaticum Ti lascio Madre, ti lascio Padre. Mi accamperò più in la, dove il bove stramazza e la colomba d’arancio sovrasterà il cammino fuso del suo tramonto. …

Read More »

Un sguardo in versi su Castel di Sangro

Haiku di Marisa Gallo [1]: pochi versi ispirati dalle risorse ambientali, patrimoniali e umane dell’Altosannio, per esprimere un momento di bellezza o una esperienza emozionante. Un sguardo in versi su Castel di Sangro Dall’ alta “Civita” s’offre al guardo “ Aufidena”, Castel di Sangro… “Porta d’Abruzzo” nel suo zoo- giardino: …

Read More »

Lesche sperdute – Fette di pane sperdute

Poesia di Bruno Marinelli [1] Lesche Sperdute Lesche sperdute, dentre alla fressora, che r’uocchie rusce, mamma me st’a fa’. De nzogna e saveciccia ,na rengella patreme spenne pe’ me fa purtà. E mentre i’ aspette ‘ncoppe a ru balcone e uarde ste muntagne e ste culure de ptresine e de …

Read More »

Suoni di borghi antichi – Civitella Alfedena

Haiku di Marisa Gallo [1]: pochi versi ispirati dalle risorse ambientali, patrimoniali e umane dell’Altosannio, per esprimere un momento di bellezza o una esperienza emozionante. Civitella Alfedena (Aq): Scorcio fiorito…(Foto di Mara Cinti) Rincorre il gatto un topolino innocuo felpato il passo. Il gallo canta , con le allegre galline, …

Read More »

Fiocca … … (sopra l’ultima rosa)

Poesia di Bruno Marinelli [1]; Musica  “Love Song in Winter” by  Richard Clayderman Fiocca Stringo le tue mani per non lasciarti andare… fiocca, la terra si riposa. Il volto scavato, lo sguardo perso nel vuoto… fiocca, sopra l’ultima rosa. La carrozza è pronta, la valigia è piena: ti porti via  gli …

Read More »

La mia montagna

Poesia di Duilio Martino[1] La mia montagna Carezzano i miei passi l ‘irto cammino mi conducono rispettosi sino in vetta e sfiorando i rovi tra improvvisi fruscii riscopro la beltà della Natura scordata ferite ora inflitte dai signori del vento impietose si svelano e volgo alle valli domina la torre …

Read More »

Le parole

Poesia di Esther Delli Quadri Premessa  … …il vento freddo dell’Altosannio ti toglie il respiro quando spira forte sulle nostre montagne, soprattutto quando viene dal mare e porta forti precipitazioni nevose, quelle che i meteorologi  definiscono perturbazione balcanica. Molto spesso, poi, soprattutto in questo periodo di cambiamenti climatici, il vento freddo …

Read More »

Quandə nenguə – Quando nevica

di Esther Delli Quadri Quandə nenguə Quandə nenguə tə n’adduonə. Lə sientə dall’addorə. T’affieccə alla fənestra  e arscietə l’aria  də vitre smənəzzuotə. Quandə nenguə  lə bianghə t’arcalza. Tə sciocca ngióimə  all’anəma e l’arrəsbeglia . Quandə nenguə  jie m’addormə  ‘mbraccia a mamma. Sent lə vraccia saja e m’arrəscallə.  Quando nevica Quando …

Read More »